Berlino, prodotti pugliesi al Fruit Logistica

Grandissimo interesse per i prodotti Pugliesi al Fruit Logistica di Berlino. Gli stand dei produttori pugliesi hanno già conquistato centinaia di visite.
L’evento dedicato ai prodotti freschi. Con 3.300 espositori provenienti da 93 paesi e decine di migliaia di visitatori, anche quest’anno Fruit Logistica si conferma essere tra i più importanti eventi del settore al mondo.
Questa edizione risente della forte preoccupazione mondiale per l’epidemia provocata dal coronavirus. “Alla Fruit Logistica di quest’anno mancheranno molti espositori e visitatori cinesi con i quali i produttori e distributori pugliesi di frutta fresca hanno ottimi rapporti commerciali e ai quali va la nostra piena solidarietà”, dice Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Puglia.
“Nonostante la preoccupazione, qui a Berlino è concentrato tutto il mondo dei produttori e dei grossisti mondiali della frutta fresca. Per noi di Confagricoltura Puglia è importantissimo esserci sia per rappresentare i nostri produttori e sia per capire come va il mercato e proporre soluzioni politiche al territorio”.
Sempre più acquirenti e consumatori sono alla ricerca di modelli di approvvigionamento sostenibili che affrontino questioni come il cambiamento climatico e la responsabilità sociale delle imprese. “Si sente, più degli anni passati, la necessità di garantire prodotti coltivati, acquistati e distribuiti in modo più rispettoso dell’ambiente. Molti di coloro che espongono a Berlino sembrano più che pronti a cogliere questa opportunità”, evidenzia il presidente di Confagricoltura Puglia.
Secondo un recente rapporto sulla competitività dell’agroalimentare nel Mezzogiorno promosso da Ismea, Federalimentari e Cibus, nelle regioni del Sud viene creato il 37% del valore della produzione agricola nazionale. A livello regionale, Puglia e Sicilia provvedono a buona parte del valore della produzione agricola meridionale, ciascuna con una quota del 23%, seguite da Campania (17,2%), Calabria (11,6%), Sardegna (11,1%), Abruzzo (7,2%), Basilicata (4,3%) e Molise (2,6%).
“È importante sottolineare – evidenzia Lazzaro – che una quota sostanziale del valore prodotto dall’agricoltura biologica nazionale, scaturisce da aziende ortofrutticole del Sud che esportano in Nord Europa. La Puglia con 4.904 ettari di terreno coltivati a frutta biologica, è la regione più importante del Mezzogiorno, seguita dalla Sicilia 3.002”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore