La Regione Puglia investe 500 mila euro per l’Expo 2020 a Dubai

La Giunta regionale ha deciso di partecipare all’Expo 2020 che si svolgerà a Dubai, dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021. Esposizione universale su “Connecting minds, creating the future”, connettere le menti, creare il futuro.
Previsto l’intervento di 191 Paesi e organizzazioni internazionali, oltre 25 milioni di visitatori.
Lo Stato italiano sarà presente con il Padiglione Italia – grande 3.500 metri quadri in zona a elevata visibilità, nei pressi dei Padiglioni di India, Stati Uniti d’America, Germania e Giappone – e verterà sul tema “La bellezza unisce le persone”. Ovvero mostrare gli elementi fondanti dell’identità nazionale legati alla creatività come competenza interdisciplinare e al ruolo produttivo e culturale dell’Italia nel mondo.
Per la Regione pugliese Expo 2020 rappresenta un occasione eccezionale per “promuovere e valorizzare le proprie politiche di successo a favore della bellezza del territorio, innovazione e sviluppo economico, generando opportunità di incontro e scambio con gli operatori internazionali, pubblicizzare il marchio Puglia e le eccellenze produttive”. Quindi è stato costituito un gruppo di lavoro formato da dirigenti regionali delle sezioni internazionalizzazione, comunicazione istituzionale, turismo, urbanistica e rappresentanti di Puglia Sviluppo S.p.A., Pugliapromozione, Fondazione Apulia film commission, Teatro pubblico pugliese.
Il finanziamento stanziato ammonta a 500 mila euro: quota Unione europea-Fondo Fesr euro 294.117,65 e quota Stato italiano-Fondo Fesr euro205.882,35.
Sottoscritta la convezione tra Regione e Paolo Glisenti Commissario generale per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 (nominato nel 2017 dal Ministro degli Esteri Angelino Alfano e dal presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni).
Tra l’altro si contempla l’inserimento nello spazio Il Belvedere dove raccontare, tramite video di 3 minuti proiettato a rotazione 12 volte nell’arco della giornata, le proprie caratteristiche e attrazioni territoriali, costi allestimento, servizi sorveglianza e facility waste management, 30 biglietti di accesso al sito Expo, utilizzazione gratuita degli spazi di Educational Lab e Cultural Lab, inclusione nel menu del ristorante ubicato nel Padiglione Italia di due pietanze tipiche d’Apulia da concordare con il Commissario generale, utilizzo superficie del Video Wall.
Inoltre la Regione realizzerà una mostra temporanea nel White spaces Short stories i cui contenuti e regia saranno subordinati a direzione e ratifica del concept designer e Commissario Glisenti.
Ogni spesa o onere, anche se imprevisti, e successivi alla stipula dell’accordo sono a totale carico della Regione Puglia.
Il contributo economico che presidente e assessori pugliesi andranno a versare è ripartito così:
Il Belvedere euro 300.000,00;
Monografia Regionale e Video Wall euro 80 mila;
White spaces Short stories euro 120 mila.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore