Bari, 5 dicembre riapre il Teatro Piccinni
 

«Signori e Signore, il Piccinni»: è l’invito che l’Amministrazione comunale di Bari rivolge alla città per annunciare la riapertura, 5 dicembre prossimo, del teatro comunale. È stato chiuso per nove anni stante lavori di restauro e adeguamento alle normative sulla sicurezza.
L’evento sarà celebrato con tre giorni di festa, che coincideranno con la ricorrenza di San Nicola che – sottolinea il sindaco Antonio Decaro – «per i baresi rappresenta sempre un momento di coesione, di appartenenza, di orgoglio cittadino».
Le manifestazioni, la cui organizzazione è stata curata dalla regista Licia Lanera, si svolgeranno fuori e dentro il teatro, dedicati alla città ma soprattutto avranno per protagonisti i baresi e saranno gestiti da artisti baresi. Previsti una maratona di musica classica e jazz e spettacoli di prosa.
Inaugurato nel 1854, il teatro fu intitolato al musicista barese Niccolò Piccini, dopo che la regina Maria Teresa d’Asburgo, moglie di Ferdinando II delle Due Sicilie, negò il suo nome.
L’attuale Piccini ha 775 posti a sedere, dei quali 290 in platea e 485 tra i tre ordini di palchi e il loggione.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore