CDP e UBI Banca, 500 milioni di euro per le imprese del Sud Italia

È stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra Cassa depositi e prestiti (Cdp) e UBI Banca (Ubi) che sancisce l’avvio di una collaborazione volta a promuovere iniziative congiunte finalizzate al sostegno delle imprese italiane.
Come prima azione del contratto, Cdp ha concesso a UBI un finanziamento da 500 milioni di euro, tramite sottoscrizione di un prestito obbligazionario (senior unsecured) che sarà integralmente impiegato in nuovi finanziamenti alle piccole e medie aziende operanti nelle otto regioni del Sud Italia.
Sovvenzione che potrà avere un importo massimo di 15 milioni di euro e scadenza non inferiore a 36 mesi, così da supportare la realizzazione di investimenti di medio-lungo termine.
L’iniziativa si inquadra nelle linee strategiche del Piano industriale 2019-2021 di Cdp che prevede, in piena sinergia e complementarietà con il sistema bancario, specifiche azioni di supporto delle imprese meridionali, promuovendo un allungamento delle scadenze dei finanziamenti.
Oltre alla concessione di liquidità, da parte di Cdp a Ubi, per supportare i finanziamenti a favore delle imprese, la collaborazione riguarda anche altri ambiti operativi.
Tra questi: l’attivazione di strumenti di garanzia, anche con il coinvolgimento dei Confidi o mediante l’utilizzo di “sezioni speciali” del Fondo di garanzia, costituite da Cdp, che possano migliorare le possibilità e le condizioni di accesso al credito bancario.
“Con la sottoscrizione del prestito obbligazionario di Ubi da parte di Cassa depositi e prestiti si rafforza ulteriormente la nostra partnership” afferma Frederik Geertman chief commercial officer e vice direttore generale di Ubi Banca.
“Questa operazione consente un incremento del sostegno alle imprese del Mezzogiorno, in una corretta logica di mercato. Oggi, inoltre, sottoscriviamo un accordo di collaborazione più esteso con Cdp in base al quale metteremo in campo strumenti finanziari innovativi ed efficaci, per accompagnare lo sviluppo delle imprese italiane e supportare i loro piani di investimento. Ci fa davvero piacere riscontrare questa sinergia tra le nostre due istituzioni, ambedue impegnate a rafforzare la crescita del sistema economico nazionale”, conclude Geertman.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore