Scorrano, ecco la seconda edizione di Sand Nativity

Torna “Sand Nativity 2019”, manifestazione organizzata dall’Associazione di Volontariato Promuovi Scorrano provincia di Lecce che per il secondo anno consecutivo permetterà a turisti, cittadini e curiosi di ammirare uno dei presepi più caratteristici d’Italia, interamente realizzato in sabbia.
«L’idea nasce dal racconto di un nostro socio che vive in Canada, dove ha potuto ammirare queste opere interamente realizzate in sabbia – afferma Vito Maraschio, Presidente dell’Associazione Promuovi Scorrano – Abbiamo così deciso di dare vita lo scorso anno alla manifestazione, invitando tre artisti a Scorrano. Una scommessa vinta che ci ha portato quest’anno a dare un respiro ancora più internazionale all’iniziativa».
Patrocinato dal Consiglio regionale della Puglia l’evento, in programma dal primo dicembre al 6 gennaio 2020 nel chiostro del Convento degli Agostiniani e Palazzo De Iacoveris a Scorrano, è stato presentato nella sede della Regione Puglia a Roma.
«Il Consiglio regionale ha già patrocinato la prima edizione del Presepe di sabbia a Scorrano, un’edizione che ha avuto un grande successo e che sarà riproposta quest’anno con un’ampiezza maggiore – rileva Mario Pendinelli consigliere regionale pugliese – Si è deciso di puntare su un tema importante, quello degli uomini di buona volontà, che richiama anche il clima che ci apprestiamo a vivere, quello delle festività natalizie».
Oltre alla Natività sarà possibile ammirare installazioni dedicate a uomini che hanno posto l’umanità, la semplicità e la fratellanza al centro della loro esistenza: Don Tonino Bello, San Francesco d’Assisi e il Mahatma Gandhi, figura celebrata in occasione del 150° anniversario della sua nascita.
La manifestazione è patrocinata dall’Ambasciata dell’India a Roma, dal Consolato onorario della Federazione Russa in Bari, dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e dall’Ambasciata del Belgio a Roma, oltre che dal Senato della Repubblica Italiana, dal Consiglio Regionale della Puglia, dal Comune di Scorrano e della Provincia di Lecce.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore