Maltempo, il Consiglio regionale pugliese chiede lo stato di calamità

Una mozione per il riconoscimento dello stato di calamità per le zone colpite dal maltempo degli ultimi giorni è stata approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Puglia.
Il primo firmatario della mozione, condivisa dalla conferenza dei capigruppo, è il consigliere Mario Pendinelli (Gruppo Misto). Con il provvedimento si invita il Governo regionale ad attivare ogni iniziativa utile a sostenere l’azione di recupero dei danni provocati dalle avverse condizioni climatiche e dalle forti precipitazioni che pochi giorni fa hanno determinato ingenti danni in numerosi Comuni pugliesi.
«Noi abbiamo già chiesto al Governo nazionale di essere inseriti nel decreto che verrà credo varato a breve per Venezia, abbiamo già avanzato una richiesta per 50 milioni di euro che sono più o meno la quantificazione attuale dei danni che hanno subito il litorale e molti comuni anche dell’interno dove le trombe d’aria e le mareggiate hanno provocato danni gravissimi». Lo ha detto il presidente della Giunta regionale pugliese, Michele Emiliano.
«Il Governo sta facendo un monitoraggio costante di tutte le zone colpite dal maltempo di queste ore, a partire da Venezia e Alessandria. Ho sentito il presidente della provincia di Lecce, Stefano Minerva, che mi ha aggiornato sulla situazione critica di gran parte del Salento. Affronteremo il tema nel Consiglio dei ministri di oggi, insieme alle altre istanze che ci stanno arrivando dai territori per rispondere tempestivamente all’emergenza e porre subito riparo ai danni subiti», sostiene il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore