Due buone notizie per i lavoratori del Gruppo Natuzzi

In merito alla situazione dei dipendenti del Gruppo Natuzzi interviene il sindacato Cobas Lavoro Privato.
Ecco la nota integrale:
“Ci sono due ottime notizie per i lavoratori Natuzzi. La prima riguarda l’incontro appena concluso al Ministero del lavoro e delle politiche sociali tra Natuzzi e organizzazioni sindacali.
Alla fine del confronto si è sottoscritto un verbale di intesa con cui si rettifica l’accordo sottoscritto il 18 dicembre 2018 presso lo stesso Dicastero, restringendo l’ammontare delle ore di Contratto di Solidarietà richieste. Si stima che tale rettifica porti ad un risparmio per le casse dello Stato superiore a 7 milioni di euro per spesa prevista per quella tipologia di ammortizzatore sociale durante il 2019.
A tal proposito, Cobas-Lavoro Privato ritiene che quanto concordato sia un ulteriore passo verso l’obiettivo di esuberi zero alla Natuzzi S.p.A. e auspica che dal 2021 cessi ogni richiesta da parte aziendale di intervento pubblico per sostegno ai redditi dei lavoratori.
La seconda arriva dalle aule dei Tribunali e riguarda il ricorso che aveva presentato Natuzzi S.p.A. contro la sentenza di reintegro di alcuni suoi dipendenti licenziati nel 2016. Il giudice ha rigettato l’opposizione al rientro in produzione per questi lavoratori, ciò significa che gli interessati dovranno continuare a lavorare e i licenziamenti subiti continuano ad essere nulli.
Ora non resta che augurarsi che Natuzzi se ne faccia una ragione e non intraprenda più prove di forza verso i lavoratori e i loro sindacati”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore