Taranto, fuoriuscita di catrame nella fabbrica gestita da Arcelor Mittal
 

Il sindacato USB presente nello stabilimento Arcelor Mitall, ex Ilva, ha diffuso il comunicato seguente:
“Problemi ambientali nella fabbrica tarantina gestita da ArcelorMittal. La rottura di una tubazione in area cokeria ha provocato la fuoriuscita di catrame nella misura di diverse migliaia di litri che si sono sversate sul terreno sprovvisto di contenimento sino a raggiungere la fogna dello stabilimento.
L’episodio è accaduto alle ore 8:30 di questa mattina quando la manovra non controllata di un mezzo di una ditta esterna, complice l’asfalto oleoso, ha provocato la rottura di una valvola degli impianti causando, così, la fuoriuscita del liquido catramoso interessando una vasta area degli impianti della cokeria. È inammissibile constatare, nel caso specifico di questo incidente, che gli impianti interessati, pur essendo di nuova costruzione, non erano dotati di vasche di contenimento. È bastato che un camion urtasse le tubazioni per provocare il disastro.
Questo è un incidente grave che avrà serie ripercussioni sull’ambiente: terreni, falda e mare sono a serio rischio. L’USB ha denunciato l’accaduto e ha attivato le dovute procedure di emergenza attivando gli enti preposti ma si constata, purtroppo, il mancato arrivo del personale dello Spesal, di cui dopo due ore ancora non si registra la presenza, attivato quando è accaduto l’incidente”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore