Un milione di euro per i Luoghi identitari della Puglia

La Giunta regionale per 37 progetti delle scuole pugliesi sui “Luoghi identitari della Puglia” ha stanziato un milione di euro. Iniziative di cui 14 arrivate dalla provincia di Foggia, 12 dalla provincia di Lecce, 7 dalla provincia di Bari, 2 dalla Provincia di Taranto, 2 dalla Provincia di Bat.
L’avviso, promosso dall’Assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione, era rivolto alle scuole pugliesi di ogni ordine e grado.
“I giovani – ha detto l’assessore regionale Loredana Capone – devono conoscere il patrimonio pugliese. Per questo abbiamo voluto questo bando. Perché s’interrogassero sui beni culturali, su come utilizzarli, su come appropriarsene facendoli diventare bene comune”.
L’obiettivo era quello di individuare luoghi del patrimonio storico – artistico, presenti sul territorio e ritenuti di grande valore identitario, da valorizzare e aprire alle comunità con un progetto di fruizione innovativo capace di rispondere ai nuovi fabbisogni.
Un modo per censire, dalle chiese ai borghi, ai giardini, ai vecchi casali, ai palazzi, alle antiche corti, tutti quei luoghi da recuperare.
I Luoghi identitari della Puglia” è una delle azioni previste nell’ambito della strategia regionale Smart in Puglia per il rilancio del patrimonio culturale. S’inserisce nel solco del processo partecipato e di sensibilizzazione delle nuove generazioni avviato con il bando Community Library, che tra i beneficiari vedeva proprio gli istituti scolastici, e poi con il progetto “I musei raccontano la Puglia.
Nei prossimi giorni ci sarà la firma dei disciplinari.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore