Regione Puglia, strana mancata trasparenza della Giunta

A un certo punto il cittadino pugliese non può più consultare, sul sito internet della Regione Puglia, i documenti prodotti da presidente e assessori regionali. Su tale questione importante – rapporto tra istituzione pubblica e cittadini – interviene Nino Marmo presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, tramite interrogazione urgente a risposta scritta, 3 ottobre 2019, al presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo (PD) e al presidente della Giunta regionale Michele Emiliano (Pd).
Ecco il testo integrale:

“Oggetto: Pubblicità delle deliberazioni della Giunta regionale

Premesso che:
L’articolo 13 dello Statuto della Regione Puglia recita testualmente: “La Regione
a) riconosce nella partecipazione attiva e consapevole dei cittadini l’elemento essenziale della vita pubblica democratica;
b) promuove il rapporto tra società e istituzioni e tra le istituzioni stesse garantendo forme di coinvolgimento nelle proprie scelte agli enti locali, alle autonomie funzionali, alle formazioni sociali e ai soggetti portatori di interessi diffusi;
L’articolo 14 dello Statuto della Regione Puglia recita testualmente:
“La Regione riconosce e garantisce il diritto dei cittadini all’informazione sull’attività istituzionale”;
Sul sito della Regione Puglia www.regione.puglia.it, nella sezione L’Istituzione – Amministrazione trasparente, e riportata la citazione “Dove un superiore pubblico interesse non imponga un momentaneo segreto, la casa dell’Amministrazione dovrebbe essere di vetro”. (Filippo Turati, 1908). Nella stessa sezione del sito sono riportati i principi e le modalità con cui dovrebbe essere garantito il diritto dei cittadini all’informazione sull’attività istituzionale; In particolare viene affermato che “La Regione Puglia ha posto da diversi anni il principio della trasparenza tra i fondamenti della propria azione amministrativa e per il soddisfacimento del diritto primario alla conoscenza da parte di cittadini, imprese e associazioni. Trasparenza intesa anche come strumento per conferire effettività e concretezza ai principi costituzionali di buon andamento e imparzialità (art. 97 Cost.) e, quindi, buona e corretta amministrazione”;
Viene specificato nella sezione suddetta del sito quanto segue:
“Per assicurare una informazione completa “si è provveduto a un’organica riorganizzazione di attività, modalità, canali, strumenti e procedure rivolte al cittadino, allo stesso tempo fruitore di servizi, attività e opere, destinatario dell’attività regionale, nonché contribuente (e, quindi, titolare delle risorse pubbliche utilizzate dalla Regione e dalla galassia di soggetti che da essa traggono fondi e direttive)”;
Per garantire la migliore consultazione sono indicati alcuni elementi tra i quali “la consultabilità e acquisizione reale dell’informazione con particolare riguardo alla “qualità, leggibilità, chiarezza e, ovviamente, facilità di ricerca e recupero effettivo dell’informazione richiesta; la disponibilità di informazioni non in forma atomizzata, ma organica, omogenea e ragionata, con relativa tracciabilità delle strutture responsabili competenti a generare e aggiornare dati e informazioni; la persistenza dell’informazione, ossia la garanzia circa la reale possibilità di ritrovare successivamente ciò che si è stati in un primo tempo in grado di individuare”;
Considerato che La trasparenza dovrebbe consistere nella pubblicità di atti, documenti, informazioni e dati propri di ogni amministrazione e della loro pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni per favorire forme diffuse di controllo sull´azione amministrativa, sull’utilizzo delle risorse pubbliche e sulle modalità con le quali le pubbliche amministrazioni agiscono per raggiungere i propri obiettivi.
Constatato che: La pubblicazione delle deliberazioni della Giunta Regionale nel sito della Regione Puglia, sezione Amministrazione Trasparente – Provvedimenti, è ferma a tutt’oggi al 23 settembre scorso; Non è più possibile per i cittadini consultare sempre nel sito della Regione Puglia, sezione Amministrazione Trasparente – Provvedimenti, le Deliberazioni di Giunta e ciò in netta contraddizione con la dichiarata “consultabilità e acquisizione reale dell’informazione”;
I provvedimenti, come espressamente indicato nel sito della Regione Puglia, sezione Amministrazione Trasparente – Provvedimenti, sono “disponibili sul BURP e, ove non fossero presenti, vanno richiesti alla struttura regionale proponente”; Non tutti i provvedimenti sono pubblicati sul BURP; La consultazione del BURP non è affatto agevole e ciò in palese incongruenza con la presunta “facilità di ricerca” asserita; I cittadini troverebbero indubbie difficoltà sia nella consultazione del BURP sia nel rivolgersi le strutture regionali proponenti anche con notevole dispendio di tempo;
La mancata pubblicazione e le difficoltà di ricerca e consultazione dei provvedimenti pongono delle serie e preoccupanti limitazioni sulla condivisione e la partecipazione degli utenti/cittadini/contribuenti alla vita pubblica democratica; La richiesta dei provvedimenti alle strutture regionali proponenti potrebbe rappresentare anche una profilazione dell’utente, in tal caso, costituendo una indebita ingerenza e una pericolosa violazione della privacy;

Tutto ciò premesso, considerato e constatato il sottoscritti Consigliere regionale interroga: Il Presidente della Giunta per sapere: quali sono i motivi e le cause che hanno determinato l’interruzione del servizio di pubblicazione e consultazione dei Provvedimenti di Giunta sul sito della Regione Puglia www.regione.puglia.it con grave pregiudizio dei principi di trasparenza della pubblica amministrazione; Se e quando il servizio sarà ripristinato nella sua completa funzionalità consentendo ai cittadini un più agevole accesso alle informazioni; Se non ravvisi il rischio di violazione della privacy nel ricorso alle strutture regionali per la richiesta di atti e provvedimenti da parte dei cittadini; Se sono in programma interventi di revisione del sito per facilitare ai cittadini la consultazione degli atti, con particolare riferimento anche alle ricerche sul BURP”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore