Regione Puglia, assessore Ruggeri indagato per nomina in società pubblica

L’assessore al Welfare della Regione Puglia, Salvatore Ruggeri, comunica di avere ricevuto un’informazione di garanzia come persona sottoposta a indagini, da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, che procede su ipotesi inerenti la nomina del Commissario dell’Azienda per i Servizi alla Persona «Castriota e Corropoli» di Chieuti.
«Ho piena fiducia nella magistratura – afferma in una nota Ruggeri – a cui sono certo di potere illustrare ogni passaggio di un procedimento rientrante completamente nelle prerogative della politica. Procedimento che, tra l’altro, non si è mai concluso perché la nomina non è mai stata fatta». Ruggeri ha anche annunciato che nelle prossime ore incontrerà i magistrati inquirenti «per fornire loro ogni chiarimento utile».
«La Procura dice che io avrei nominato il commissario senza fare alcuna istruttoria – aggiunge – Io non ho indicato nessuno, tra le altre cose la nomina non è stata fatta. Voglio ricordare che i commissari durano sei mesi. Sono molto sereno, aspetto di essere ascoltato dalla magistratura».
I magistrati mantengono il più stretto riserbo sulle indagini condotte dal pubblico ministero Marco Gambardella.
«Aspettiamo di verificare le carte – precisa il legale dell’assessore, Gianluca Ursitti – prima di effettuare qualunque valutazione».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore