Banca Intesa prevede di investire 30 miliardi di euro nel sud Italia

“Le risorse che mettiamo a disposizione per la crescita del Sud sono significative: prevediamo di erogare 30 miliardi a medio e lungo termine di qui a fine 2021”. Parole dell’amministratore delegato di Banca Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, durante il convegno sulle nuove imprese per pagamenti digitali che si è svolto a Mola di Bari.
“Intesa Sanpaolo – prosegue Messina – è una banca del Sud, siamo la più grande del Mezzogiorno ed eroghiamo 50 miliardi di impieghi a fronte di 40 miliardi raccolti”.
Messina ha inoltre annunciato quanto segue “Vogliamo creare un centro per l’innovazione per il meridione a Bari così come abbiamo già fatto a Torino con l’Innovation Center. È importante che si crei un luogo fisico un cui si insidino acceleratori di startup”. “Siamo la più grande realtà del Mezzogiorno in più la quota di mercato al Sud è maggiore rispetto al Nord”.
A fine marzo 2019 Intesa Sanpaolo raccoglieva nel sud Italia circa 42 miliardi di euro e ne impiegava 51 miliardi, con una quota di mercato in queste regioni superiore a quella che risulta nell’intero Paese (al Sud 20% contro il 17% dell’Italia).
La Banca, sede legale Torino, è anche la principale erogatrice di credito alle famiglie del Mezzogiorno con mutui che a inizio aprile scorso superava i 17 miliardi di euro.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore