Consiglio di Stato sospende calendario venatorio pugliese

Il Consiglio di Stato ha sospeso il calendario venatorio della Puglia fino al 24 ottobre. Cioè fino alla discussione nel merito del ricorso presentato dall’associazione Verdi ambiente e società. Il Tar pugliese aveva bocciato il ricorso che era legato a una presunta mancanza della normativa regionale (rispetto a quella nazionale) in tema di calendario venatorio riguardo all’elencazione di specie da tutelare.
A tal proposito il parlamentare europeo della Lega Andrea Caroppo afferma che “Sono vicino a tutto il mondo della caccia, vittima ormai di un clima d’odio politicamente corretto, quando invece esso rappresenta un’irrinunciabile risorsa per la conservazione degli equilibri naturali oltre che per la raccolta di dati indispensabili per la salvaguardia degli habitat. Al tempo stesso, considerato che la stagione di caccia è già cortissima, credo sia opportuno che la Regione Puglia valuti di mettere mano alle proprie delibere di Giunta n. 1558 e n. 1560/2019 per neutralizzare i ricorsi proposti a fini meramente strumentali e per ragioni ideologiche dai nemici della caccia».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore