Asl Puglia, Emiliano promette assunzione di 1000 medici e 1000 infermieri

L’assunzione di 2.500 operatori socio sanitari, tra cui oltre 1000 infermieri e circa 1.000 medici, è l’impegno confermato oggi dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e dal direttore del dipartimento Politiche della Salute, Vito Montanaro, nell’incontro con i sindacati convocato per fare il punto sullo stato di attuazione del programma in sanità. «Gli sforzi fatti nel corso degli ultimi anni – ha detto Emiliano che ricopre la carica anche di assessore regionale alla Sanità e all’Agricoltura – ci consentiranno a breve di uscire dal piano operativo e l’affidabilità delle azioni della Puglia ci consentirà di fare finalmente migliaia di assunzioni di medici, infermieri e operatori sanitari. Questo in più consentirà di ottenere da parte del Ministero il via libera alla costruzione di due nuovi ospedali e altri saranno probabilmente autorizzati nei giorni a venire. L’insieme di queste azioni è finalizzato all’abbattimento delle liste di attesa, perché ci si augura che con il nuovo personale si possa più velocemente rispondere alle domande dell’utenza».
Dal tavolo con Cgil, Cisl e Uil è emersa la individuazione di obiettivi condivisi: «la chiusura definitiva del percorso che ci porterà fuori dal piano operativo per reimpossessarci della completa autonomia nella gestione strategica e organizzativa del sistema sanitario regionale – ha spiegato Montanaro – il piano di riordino ospedaliero che dovrà essere implementato entro il 31 dicembre 2020, il piano di riordino territoriale che dovrà seguire le sorti di quello ospedaliero, il piano delle assunzioni e il piano di abbattimento delle liste di attesa, anche attraverso la riorganizzazione dei sistemi di prenotazione». Con riferimento alle assunzioni, «il primo concorso unico regionale da bandire – ha concluso Montanaro – sarà quello per l’assunzione di infermieri, coordinato dalla Asl Bari insieme con il Policlinico e con l’Irccs De Bellis di Castellana», mentre «la procedura di assunzione degli OSS a cura degli Ospedali Riuniti di Foggia presumibilmente finirà entro l’anno».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore