Taranto, sequestrati tre quintali di cozze irregolari

Proseguono senza sosta i controlli congiunti – tra la Questura di Taranto diretta dal Questore Giuseppe Bellassai e la Guardia Costiera diretta dal Capitano di Vascello Giorgio Castronuovo, in collaborazione con l’ASL di Taranto e la Polizia Locale dell’Assessore Giovanni Cataldino – in piazza Democrate per le verifiche sulla regolarità e sull’osservanza della normativa igienico-sanitaria per la vendita dei prodotti ittici. I poliziotti e i militari sono tornati nuovamente nella zona per eseguire un nuovo controllo dopo quello dei giorni scorsi.
Hanno così proceduto a un nuovo sequestro di 3 quintali di cozze prive dei prescritti certificati di tracciabilità, esposte ai gas di scarico e, come accertato dagli ispettori ASL, già in stato di avaria: se immesse sul mercato sarebbero state fonte di serio pericolo per la salute pubblica.
Le cozze erano in acqua, pronte per essere sgusciate, confezionate in vaschette di plastica e immesse sui banchi abusivi presenti agli angoli delle strade.
Intento a sgusciare i mitili è stato trovato anche un ragazzo tarantino di 17 anni che è stato denunciato per commercio abusivo di sostanze alimentari pericolose per la salute pubblica.
I controlli proseguiranno nei prossimi giorni e interesseranno diverse zone del capoluogo con particolari verifiche nei luoghi destinati alla prima lavorazione di mitili pronti per la successiva distribuzione in città.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore