Mario Staffieri e la luna cinquanta anni fa
 

Oggi, alle ore 19:30, presso l’Istituto Sacro Cuore in recinto Mario Pagano si svolge la conferenza “Cinquanta anni fa: la luna” (20 luglio 1969 – 20 luglio 2019) relatore Mario Staffieri. Nell’occasione sarà inaugurata la Mostra di fotografia astronomica ideata e prodotta da Mario Staffieri.
Manifestazione organizzata dall’Associazione Essere presieduta dall’ing. Raffaele Paolicelli.
In merito all’evento storico e astronomico il Dr. Staffieri spiega che “L’impronta dello scarpone di Armstrong sulla superficie selenica, che dà adito a false supposizioni; il passaggio brusco e repentino dalla zona illuminata al buio profondo dello spazio (il C.d. cielo nero); il rallentamento della velocità di rotazione del nostro pianeta col conseguente aumento della durata del giorno e dell’allontanamento della Luna da noi; la mancanza di uno scudo magnetico selenico, che suggerisce prudenza per nuove avventure umane sul satellite; il mostrare sempre la stessa faccia con l’intensa craterizzazione della superficie a noi rivolta: sono talune delle tematiche che verranno analizzate nel corso della conferenza. La ricorrenza è occasione per parlarne, nel convincimento che la curiosità di piccoli e grandi si eserciti nella misura in cui una cosa è poco chiara”.
Mario Staffieri chi è?
Laureato presso l’Università degli Studi di Bari in Pedagogia e in Giurisprudenza, vincitore di plurimi concorsi a cattedre nella scuola media di Primo e Secondo grado, Direttore Didattico, responsabile dell’Ufficio Studi e Programmazione del Provveditorato agli Studi. Ha da sempre coltivato la filosofia della scienza, curando gli aspetti della metodologia delle scienze con particolare riguardo all’astronomia.
La passione per tale branca del sapere lo ha condotto ad affinarsi nell’uso della strumentazione ottica, ai fini della fotografia astronomica. Suoi fotogrammi sono stati pubblicati dalle riviste Orione e l’Astronomia. È autore di un programma audiovideo dal titolo “La terra come habitat” richiesto da numerosissimi Istituti scolastici quale sussidio didattico, ed ha curato negli anni 80, per la locale emittente televisiva, la rubrica “Noi e l’Universo” in dieci puntate. Ha tenuto la sua prima mostra di fotografia astronomica nel 1989 presso Palazzo Lanfranchi di Matera, inaugurata dall’astrofisico del Cnr Prof. Alessandro Cacciani. È stato componente del Gruppo Sole che, per circa nove anni, ha collaborato con la rivista l’Astronomia diretta da Margherita Hack.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore