Palagiustizia di Bari, ulteriore rinvio per la firma del protocollo d’intesa

“La riunione prevista per ieri (11 luglio, ndr) al Ministero della Giustizia sulla realizzazione del Polo unico per gli uffici giudiziari baresi è rinviata a data da destinarsi”. Lo comunica il Ministero in una nota inviata al Comune di Bari, all’Agenzia Nazionale del Demanio e al Provveditore Interregionale per le Opere Pubbliche di Campania, Molise, Puglia, Basilicata.
Nell’incontro si sarebbe dovuto sottoscrivere il nuovo protocollo d’intesa per la destinazione dell’area delle ex Caserme Milano e Capozzi a Polo della Giustizia, per il quale il ministro Alfonso Bonafede (M5S), venuto in visita a Bari il 15 giugno scorso, ha già annunciato la disponibilità di fondi per 94 milioni di euro.
Dunque persiste a Bari da più di un anno una situazione di disagio per gli uffici giudiziari penali, costretti a diversi traslochi e allo spezzettamento in otto diverse sedi a causa dello sgombero dell’ex Palagiustizia di via Nazariantz dichiarato inagibile per rischio crollo.
La sottoscrizione del protocollo era fissata inizialmente per il 28 maggio, poi rinviata al 20 giugno per motivi elettorali. Successivamente è slittata all’11 luglio e solo pochi giorni fa è stata inviata dal ministero agli enti interessati una bozza di protocollo.
Quindi il Ministero rappresenta la necessità di rinviare ancora. Motivo?
«Alla luce delle osservazioni pervenute sul testo del protocollo integrativo per i conseguenti necessari approfondimenti».
Ah, ecco.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore