Arpal Puglia, Cassano non riapre le short list

“Nulla di fatto. Le short list Arpal restano chiuse. Il Commissario Massimo Cassano (ex Forza Italia, ex partito di Angelino Alfano, di nuovo in Forza Italia candidato alle politiche del 2018, non eletto quindi passa a Puglia Popolare che sostiene Michele Emiliano del Pd, e quest’ultimo nomina Cassano commissario dell’Arpal agenzia regionale pugliese per il lavoro, ndr) non fa retromarcia, nonostante la mozione approvata dal Consiglio regionale un mese fa, che ha impegnato il presidente della Giunta a riformulare e riaprire i termini del bando. Emiliano non ha dato indicazioni per la riapertura dell’avviso pubblico, calpestando, di fatto la volontà del Consiglio”.
Lo dichiara Francesca Franzoso, consigliere regionale Gruppo Forza italia, a margine dell’audizione del Commissario di Arpal Puglia, Massimo Cassano in VI Commissione.
“Il tandem Emiliano-Cassano, continua indisturbato con le sue scorribande nell’Agenzia, ignorando, quando non svillaneggiando come accaduto oggi in Commissione, i lavori del Consiglio. Ricordo al Governatore che il parlamento regionale, organo legislativo sovrano, con la mozione ha ritenuto illegittimo il bando e ha indicato la necessità di predisporre un nuovo avviso pubblico, rispettoso delle regole della pubblica amministrazione, rimuovendo ogni richiamo alla discrezionalità delle scelte nel reclutamento del personale da parte del Commissario straordinario.
Il disprezzo di Emiliano verso le decisioni del Consiglio ha ormai raggiunto un livello intollerabile. Auspico da parte del presidente dell’Assemblea regionale un richiamo al rispetto delle prerogative del Consiglio e della volontà espressa attraverso gli atti approvati. Diversamente possiamo definire lo strumento delle mozioni un inutile esercizio retorico”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore