CUN grano, senatore De Bonis chiede intervento del presidente Mattarella

“Ho inviato una lettera al Presidente Sergio Mattarella per portare alla sua attenzione la grave situazione dei coltivatori cerealicoli dei Comuni del Sud Italia”.
Parole del senatore Saverio De Bonis (Gruppo Misto), membro della commissione agricoltura e presidente di GranoSalus.
“La provincia di Foggia è nota per essere il granaio d’Italia, ma rischia di scomparire insieme ad altre aree vocate a causa del divario fra i costi di produzione e prezzi di vendita opachi – prosegue De Bonis – Le Commissioni uniche nazionali (CUN) sono state introdotte dalla Legge 2 Luglio 2015, n.91 al fine di garantire trasparenza nella formazione dei prezzi. Ma questa trasparenza sul mercato del grano duro viene negata dalle industrie di trasformazione. Il Ministro Luigi Di Maio ha annunciato l’avvio sperimentale della Cun a Foggia, ma la commissione dopo 4 anni non si è ancora insediata. Chiediamo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, un suo interessamento diretto affinché chi di dovere realizzi l’avvio immediato della Cun del grano a Foggia, al fine di scongiurare la scomparsa di un comparto il cui prodotto finale, la pasta,
viene esportato in tutto il mondo e rappresenta un eccellenza del made in Italy” conclude De Bonis.
Qui la lettera integrale inviata al presidente Sergio Mattarella.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore