Brindisi, nozze combinate con georgiane per avere la cittadinanza

Ha organizzato dietro compenso tre falsi matrimoni con cittadine georgiane, finalizzati al conseguimento per le donne della cittadinanza italiana. Denunciato unitamente agli sposi. Il tariffario del matrimonio combinato oscillava tra gli 8 e i 10mila euro per far ottenere la cittadinanza italiana a donne georgiane.
I carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana, provincia di Brindisi, hanno denunciato un uomo di 41 anni e tre donne georgiane per violazione della norma sull’immigrazione.
In base agli accertamenti dei militari, a conclusione di una indagine avviata dalla Polizia locale, tra gennaio e aprile del 2017 sarebbero stati combinati tre matrimoni grazie alla mediazione dell’uomo che risiede a Francavilla ma che in realtà lavora a Bari.
Il 41enne, contattato da donne interessate ad ottenere la cittadinanza, si faceva consegnare dagli 8 ai 10mila euro per organizzare matrimoni con altrettanti uomini (italiani) compiacenti a cui veniva consegnato un cachet tra i mille e i 2mila euro.
Nel prezzario erano previsti anche i testimoni (finti) remunerati con un gettone di 50 euro, da scegliere tra altri italiani o georgiani. Unico vero vincolo del matrimonio, la conservazione dello status di sposi fino al conseguimento del permesso di soggiorno delle donne.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore