Trani, speciale Settimana medievale dall’8 all’11 agosto 2019

Sarà un’edizione speciale e diversa per la “Settimana medievale”, in programma nel cuore del centro storico di Trani dall’8 all’11 agosto 2019. Dopo la grande partecipazione degli anni scorsi, l’associazione “Trani tradizioni” propone una nuova e ricca programmazione per uno degli eventi di punta dell’estate tranese.
“Siamo orgogliosi di presentare l’edizione numero 14 de ‘La Settimana Medioevale’ – commentano gli organizzatori Giuseppe Forni e Angela Magnifico – dopo aver lavorato ininterrottamente per un intero anno, superando le ormai ovvie difficoltà. Chi ci segue da anni, sa che ci teniamo a superare le aspettative del pubblico senza tralasciare la storia. Quella storia che è ancora in grado di affascinare non solo gli adulti ma anche tanti giovani. I nostri monumenti esistono grazie agli uomini storici, come Federico II che ha voluto far edificare il Castello Svevo nella nostra città, a due passi dalla Cattedrale. Proprio il Castello è stato protagonista come locations di tanti matrimoni, come quello di Re Manfredi con la bellissima Elena Comneno, i due protagonisti della nostra rappresentazione storica”.
Saranno le fontane danzanti la sorprendente novità di quest’anno, che prenderà il posto dell’incendio al Castello.
“Per quest’anno a causa dei lavori di restauro – spiegano gli organizzatori – la manifestazione non entrerà nel Castello Svevo, mantenendolo comunque come scenografia naturale. Abbiamo pensato di svolgere le due serate di ‘Nox Templarorum’ e la difesa del pellegrino in piazza Duomo, dove le pellegrine si disporranno in preghiera fino all’assalto dei briganti. La serata dedicata alle nozze di Re Manfredi sarà caratterizzata dai due cortei per raggiungere piazza Quercia, dove ci sarà l’incontro dei due sposi, e a seguire lo spostamento verso piazza Re Manfredi, dove ad attenderli oltre agli artisti e il gran pubblico, ci saranno le fontane danzanti. Il gioco d’acqua, musica e fuoco si svilupperà lungo tutta la facciata del Castello Svevo, creando una magia in grado di incantare i reali e tutto il pubblico presente”.
L’acqua è il nuovo elemento intorno a cui ruoterà l’evento.
“L’acqua è da sempre sinonimo di vita – concludono Forni e Magnifico -. Ogni giorno, sotto diverse forme, l’acqua regala a tutti noi sensazioni di piacere, di sollievo, di fascino e purezza. La tradizione dei giochi d’acqua è molto antica e già i romani ne riconoscevano l’importanza, con le numerose fontane che svolgevano un ruolo funzionale per la distribuzione dell’acqua alle città, ma anche ornamentale poiché erano espressione artistica alla portata di tutti. Il nostro obiettivo è che questa edizione possa lasciare il segno e possa essere ricordata nel tempo al pari delle precedenti”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore