Parco Nazionale dell’Alta Murgia, quella Masseria persa nel degrado

Al 25 maggio 2019 la Masseria Filieri risulta chiusa, assediata da malerba infestante tipica dell’Alta Murgia barese. Le ultime attività di completamento dell’immobile, appaltate dal Comune di Poggiorsini all’impresa Apulia S.r.l., sono terminati il 30 agosto 2017.
L’antico fabbricato – modello architettonico delle masserie da campo già possedimento dell’Ordine Gerolosimitano di Barletta – si trova in territorio di Poggiorsini, nei dintorni dell’ipotetico tracciato della Via Appia Antica, poco distante dalla Stazione dismessa da Ferrovie dello Stato S.p.A..
Risale al 6 aprile 2010 il contratto stipulato tra Ente Parco dell’Alta Murgia e Comune di Poggiorsini con oggetto “Recupero della Masseria Filieri e creazione di un centro di prima accoglienza e ospitalità dei visitatori del Parco”. Intervento sovvenzionato dal Parco nazionale murgiano con un milione e 200 mila euro.
Dunque sono trascorsi circa due anni dall’ultimazione dei lavori e questo bene pubblico ristrutturato con soldi pubblici non è utilizzato, perso nel degrado. Per quale ragione?
Non è dato sapere, visto che nessuna rappresentanza, qualsivoglia, politica comunale e provinciale e regionale e statale se ne occupa.
Qui le foto, eloquenti, scattate l’altro ieri.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore