Arpal, Consiglio regionale rinviato sulla mozione contro il Commissario

La seduta odierna del Consiglio Regionale è stata sospesa prima di arrivare alla mozione, firmata dai Gruppi consiliari di Centrodestra, sulla revoca del Commissario staordinario dell’Arpal (agenzia regionale politiche del lavoro), Massimo Cassano, ex Forza Italia, nominato dal presidente della Giunta regionale Michele Emiliano.
Il voto è stato rinviato alla prossima seduta.
L’opposizione contesta infatti la scelta da parte del presidente Emiliano di prolungare la gestione commissariale dell’Agenzia, piuttosto che procedere all’individuazione di un direttore generale. Dopo un ampio e articolato dibattito nel corso del quale sono intervenuti esponenti di maggioranza e opposizione, e considerata l’assenza del Governatore, l’Aula ha deciso a maggioranza di aggiornare la discussione per un ulteriore approfondimento.
“Lo sgambetto del presidente Michele Emiliano lo avevamo messo in conto. Ci è apparso chiaro che nel momento in cui i numeri, in aula, erano a favore della nostra Mozione – per rimuovere dall’incarico di commissario straordinario dell’Arpal, Massimo Cassano – qualche fedelissimo e complice del governatore avrebbe tirato fuori dal cilindro un espediente per far saltare la seduta”. Questo il commento dei consiglieri regionali di Direzione Italia.
“Dopo quasi tre ore di discussione alcuni esponenti della maggioranza hanno sentito improvvisamente il bisogno che in aula ci fosse proprio Emiliano. E ci chiediamo: quali elementi di discussione può aggiungere a ciò che appare chiaro anche a quella parte di maggioranza che nutre i nostri stessi legittimi dubbi di legittimità della nomina utile più sul piano clientelare che gestionale?”

Potrebbe piacerti anche Altri di autore