Sammichele di Bari, zampina gratis a Pasquetta
 

Ecco la manifestazione «Pasquetta e zampina», seconda edizione. Lunedì 22 aprile il centro cittadino di Sammichele provincia di Bari si trasforma in un mega barbecue a cielo aperto per offrire buon cibo e del divertimento. Il tutto gratuitamente e offerto dal Comune.
Musica, sport, animazione, mostre, visite guidate, mercatini, escursioni per piazze e vie per il turista che intende assaporare dopo il lungo inverno i profumi di questa strana primavera pieni della bella stagione che esplode. Ed è solo la prima proposta che il Comune intende offrire ai turisti per un’estate che si preannuncia interessante.
Il sindaco, Lorenzo Netti, annuncia che una delle date estive dei concerti di Anna Oxa è riservata a Sammichele, il prossimo 3 agosto. «A breve – dichiara Netti – annunceremo in modo definitivo gli artisti della Sagra della zampina, del bocconcino e del buon vino del 28 e 29 settembre prossimi».
La festa di Pasquetta vedrà sin dal mattino i diversi lugohi avvolti dal profumo delle braci accese pronte a celebrare la gustosissima zampina proposta per l’occasione in invitanti panini farciti con le varianti più curiose.
Aree pic-nic saranno allestite in prossimità delle bracerie e delle attività gastronomiche del luogo che, oltre al classico menu in saletta, delizieranno gli avventori con un’offerta low cost di cibo di strada accompagnata da proposte d’intrattenimento musicali.
Non mancheranno la musica popolare, i concertini e le situazioni di animazione sparse per l’itinerario tra cui Taranta Fil, U Sciarabal, Giovanni Movimento. Visite guidate, escursioni, attività sportive, esposizioni artistiche, laboratori ludico didattici, mostre d’auto e moto d’epoca, giochi, gonfiabili, e spettacoli, renderanno sin dal mattino il lunedì dell’angelo una giornata indimenticabile. Il programma del gusto, oltre al panino con la Zampina, prevede primi piatti, caciocavallo impiccato, panzerotti, dolci, gelati, e tanto altro proposto dai gastronomi senza trascurare i vegetariani. Tra i luoghi che il turista può apprezzare ecco palazzo Caracciolo, sede del fondatore della comunità, l’ebreo portoghese Miguel Vaaz, conte di Mola e barone di Casamassima, che nel 1617 diede vita alla prima comunità casalina.
Francesco Bonerba, presidente dell’associazione Carboni ardenti e uno degli storici maestri rosticcieri: «Il turista troverà la nostra specialità in prima linea; ci stiamo organizzando sul modello della sagra con tavolini all’aperto, ma anche con il mordi e fuggi rappresentato dal panino con la zampina, sperando che il tempo sia clemente come l’anno scorso”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore