Castellaneta Marina, sequestrato ristorante abusivo

I militari della sezione polizia marittima della Guardia costiera di Taranto, in collaborazione con i Carabinieri del nucleo biodiversità Stazione di Ginosa, hanno proceduto al sequestro preventivo del ristorante ‘Il Pirata’ di Castellaneta Marina (provincia di Taranto), realizzato su pubblico demanio marittimo senza alcuna autorizzazione.
Su un’area di circa 300 metri quadri abusivamente occupata erano state realizzate, tra l’altro, strutture in muratura, strutture in legno con basamento in muratura, aree pavimentate, gradinate in muratura, vasche di decantazione di reflui fognari, generatore a gasolio ed impianto idrico interrato nelle dune.
All’interno della struttura sono stati rinvenuti locali destinati ai servizi igienici, serviti da un impianto idraulico, le cui acque reflue vengono convogliate in una fossa anch’essa abusiva.
Le tubazioni dell’impianto idraulico asservito alla struttura erano in gran parte interrate nella duna, a diversi livelli di profondità, e avevano causato il deturpamento della stessa.
I militari hanno sequestrato l’intera area e i manufatti realizzati. Al titolare della struttura vengono contestati i reati di occupazione demaniale abusiva, violazione delle norme edilizie, paesaggistiche ed ambientali, deturpamento di bellezze naturali in area sottoposta a particolari vincoli ambientali, idrogeologici e paesaggistici.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore