Lucrezia Guida, per la Basilicata un piano straordinario di infrastrutture

Per raggiungere Matera e dintorni – con treno o pulmann o automobile – ci si imbatte, a marzo 2019, in un’odissea di strade dissestate, risalenti agli anni Settanta oppure si ammira la famigerata tratta ferroviaria Matera-Ferrandina costata 700 miliardi di lire e mai ultimata.
Eppure senza infrastrutture stradali non si realizza un vero e durato sviluppo economico e industriale, stante la presenza di non poche aziende nelle aree industriali della Val Basento, La Martella e Jesce.
Su questo argomento fondamentale per la crescita economica e sociale della Basilicata è intervenuta Lucrezia Guida – candidata consigliere regionale della Lega Salvini alle elezioni del prossimo 24 marzo – a margine di un incontro con imprenditori e rappresentanti di società che operano a Matera e provincia.
“Mentre altrove il dibattito politico si incentra sull’opportunità o meno di realizzare le grandi opere infrastrutturali – rileva Guida – in Basilicata e nel materano c’è un bisogno assoluto e prioritario di un grande piano di interventi infrastrutturali”.
L’avv. Guida sostiene, tra l’altro, quanto segue: “Non ci riferiamo solo all’annosa soluzione non più tollerabile del mancato collegamento ferroviario di Matera, ma è indispensabile avviare altresì un Piano di messa in sicurezza straordinario su tutta la Regione contro il rischio idrogeologico che, ciclicamente provoca disastri e danni, a volte evitabili, con opere di tutela del territorio, di manutenzione ed ammodernamento della rete viaria provinciale”.
Lucrezia Guida ha infine rilanciato “l’impegno per finanziare interamente il programma per il necessario raddoppio della strada statale numero 7 nel tratto che collega Ferrandina a Matera ma anche della Matera-Metaponto”.
Nella speranza che i materani, e i lucani, scelgano per il prossimo Governo della Regione Basilicata persone sopratutto competenti, al passo coi tempi, impegnati nella risoluzione definitiva dei molti problemi che soffocano questa regione ricchissima di risorse naturali e capitale umano.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore