FridayForFuture a Bari, Lecce, Taranto, Brindisi e Andria

Domani venerdì 15 marzo 2019 in piazza Diaz a Bari manifestazione contro il degrado climatico e per un futuro migliore, ovvero: il Fridayforfuture.
La testimonial globale è Greta, quindicenne svedese che a dicembre 2018 sul palco della conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico in Polonia ha accusato i potenti per la loro indifferenza nei confronti delle disuguaglianze climatiche e sociali nel mondo.
A Bari è Giorgia, una studentessa che ogni mattina arriva prima a scuola, si accovaccia davanti all’ingresso ed espone il suo cartellone: “Siamo studentesse e studenti già oggi cittadini del mondo. Diamogli, diamoci un futuro. Questo è il nostro sciopero”.
Venerdì scorso un gruppo di studenti e studentesse dell’Itc Calamandrei hanno occupato il colonnato del teatro Piccinni e armati di cartelloni hanno intonato anche un coro: “Se il clima fosse una banca, il Governo l’avrebbe già salvato”.
La voce corre sui social e a Bari lo sciopero mondiale per il futuro, così come lo hanno ribattezzato, comincia alle 9:30 in pazza Diaz per arrivare in piazza Libertà, tra la Prefettura e il Comune di Bari.
Sciopero e cortei ci saranno in altre città pugliesi come Taranto e Brindisi che convivono con pesanti problematiche ambientali. Iniziative simili a Lecce, San Severo, Andria. A Barletta 500 studenti daranno vita a una marcia partendo da piazza Moro e ritornando nella stessa piazza dopo una tappa alla galleria Curci dove saranno esposti i lavori dei più piccoli che in corteo sfileranno con una mascherina che riporterà l’immagine di Greta. Invece nella città di Trani l’appuntamento degli studenti di tutte le scuole è davanti al Liceo classico in via Tasselgardo: sfileranno prima sul lungomare e poi convergerà nella piazza del Municipio dove è previsto un collegamento social con la manifestazione di Bruxelles.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore