Matera, inaugurato Comitato elettorale di Lucrezia Guida e Antonio Cappiello

In via Lucana 97, a Matera, è stato inaugurato il Comitato elettorale di Lucrezia Guida e Antonio Cappiello. Entrambi candidati a consigliere regionale della Lega Salvini Basilicata per le elezioni del 24 marzo prossimo.
Guida e Cappiello sono stati presentati – a fronte di una sala gremita di sostenitori e simpatizzanti – da Daniele Fragasso consigliere comunale di “Matera si muove”, movimento politico che sostiene il partito di Matteo Salvini.
Le ragioni dell’impegno per essere eletta al Consiglio regionale?
“Ho deciso di candidarmi – risponde Lucrezia Guida – perché credo nel cambiamento. Se vogliamo davvero cambiare questa Basilicata occorre voltare pagina, dare fiducia al Centrodestra e in primo luogo alla Lega Salvini Basilicata. Quindi è importante eleggere una donna materana in Consiglio regionale. Metto a disposizione della società lucana le mie competenze nel comparto dell’Agricoltura, dato che lavoro in un Ente regionale al servizio del mondo agricolo e conosco i non pochi problemi che segnalano gli imprenditori. Ugualmente bisogna impegnarsi per una svolta reale nel settore Sanità. A tal proposito qualche mese fa mi sono sottoposta ad un intervento e ho scelto un ospedale della vicina Puglia. Ecco: vorrei che anche la città di Matera e tutto il territorio lucano fossero dotati di eccellenze professionali sanitarie affinché nessun cittadino sia costretto a recarsi fuori dalla Basilicata quando ha bisogno di cure per la salute”.
Lucrezia Guida vive a Matera con la propria famiglia, dove lavora come pubblico funzionario in ambito legale presso l’A.L.S.I.A.
Avvocato specializzato in Scienze delle Autonomie Costituzionali con Master in E-Government e Management nella Pubblica Amministrazione.
“Custode della legalità – spiega l’avv.Guida – da sempre profondo ogni sforzo per assicurare imparzialità, trasparenza e buon andamento dell’azione amministrativa con particolare riferimento a procedure e contratti pubblici. Il mio obiettivo è vivere il lavoro e studiare il diritto oltre la scrivania, mettendo la mia esperienza al servizio della collettività per inaugurare una stagione di dialogo e costruttiva sinergia tra cittadini e Pubblica Amministrazione”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore