Emiliano e De Magistris, prove tecniche di alleanza politica

“Un asse del Sud nel nome dell’autonomia e dell’ambiente con inedite alleanze tra Regioni e Città metropolitane”. Michele Emiliano, magistrato in aspettativa, e Luigi De Magistris ex magistrato ci provano. Di questo hanno parlato nell’incontro che si è tenuto a Bari. Ma è sui temi legati all’autonomia rafforzata degli enti locali e alla possibilità di assegnare poteri speciali a enti locali che il presidente della Giunta regionale pugliese e il sindaco di Napoli hanno lanciato un’idea che vorrebbero coinvolgesse tutto il Sud Italia.
“Ambiente, difesa dei territori, autonomia e cooperazione tra aree del nostro amato Sud. Sempre per la solidarietà e la valorizzazione delle differenze come fattore di coesione” afferma De Magistris.
Il presidente Michele Emiliano sottolinea che “ci sono battaglie per la tutela dell’ambiente e della salute, come quelle che la Regione Puglia porta avanti per la decarbonizzazione dell’Ilva di Taranto e di tutte le industrie alimentate a carbone, lo spostamento dell’approdo del gasdotto TAP, la tutela del mare da trivellazioni e ricerca di petrolio, che trovano nel sindaco di Napoli un interlocutore attento e sensibile. Così come c’è – ha proseguito – un’attenzione reciproca sul tema dell’autonomia rafforzata e in particolare sull’ipotesi di creare, nell’ambito dell’autonomia, poteri speciali per le Città metropolitane e per le Regioni”.
Emiliano ha concluso affermando che “l’incontro è stato un momento di confronto molto utile, un confronto nel merito di questioni di così grande interesse per i nostri territori che spero possa proseguire”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore