Rutigliano, la Fiera del fischietto in terracotta

Come ogni anno nella seconda metà di gennaio, dal 17 al 20, la città di Rutigliano (Ba) richiama in Puglia un importante numero di turisti, collezionisti ed appassionati dell’artigianato grazie ai famosi Fischietti di Terracotta magistralmente lavorati dai maestri della terracotta del luogo.
Si tratta di manufatti d’argilla sibilanti riprodotti in svariate forme e figure: dal popolarissimo Gallo che gli uomini donano all’amata per dichiarare il proprio amore, a noti personaggi locali e della politica nazionale, dello spettacolo e dello sport, tutti raffigurati in pose caricaturali.
I Fischietti di Rutigliano sono autentiche opere d’arte, ognuna unica e perciò preziosa e con un suo significato particolare, celebrate con una Fiera e un Concorso Nazionale che ogni anno attirano migliaia di turisti provenienti da tutta Italia e dall’estero.
Queste produzioni, rigorosamente artigianali, hanno origini antichissime e le tecniche di lavorazione sono tramandate da generazioni; i simboli si diversificano tra sacro e profano, tra valenze magico-apotropaiche e rituali religiosi, tra simboli erotici e antica tradizione figulina.
Tra le rappresentazioni più diffuse come detto vi è il Gallo, figura simbolica anche della tradizionale Festa di Sant’Antonio Abate celebrata con il corteo e la tradizionale Benedizione degli Animali. Questo giorno segna anche l’inizio del Carnevale e gli artigiani rutiglianesi ne hanno approfittato per schernire le personalità più in vista della città e del panorama politico nazionale, dello sport e della televisione riproducendo delle figure ironiche e caricaturali per i tradizionali fischietti.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore