Otto motivi per cui è meglio leggere un libro cartaceo

Anche se risultano essere in aumento le persone che utilizzano degli e-book per leggere, i libri in carta stampata sono ancora un capo saldo nelle abitudini delle persone. In America l’88% della popolazione ha iniziato a leggere con la nuova modalità “virtuale”, ma comunque resta ancorata alla lettura tradizionale.
Non c’è niente che possa sostituire l’emozione dell’apertura di un nuovo libro e il profumo della carta che emana. È stato oggetto di molte ricerche: leggere un vero e proprio libro può avere vantaggi notevoli per la salute e lo stato d’animo.
Ecco 8 buoni motivi per leggere un libro in carta stampata vecchio stile:

  1. Può aumentare l’intelligenza. Come disse una volta lo scrittore e fumettista statunitense il Dr. Seuss “più leggerete e più cose saprete, più cose saprete e più posti visiterete”. Immergersi in un buon libro, vi porterà ad entrare in un mondo colmo di sapere e conoscenza a partire anche in un’età molto giovane. I libri per bambini, consentono ai bambini di imparare il 5% in più di nuove parole rispetto a un programma televisivo in prima serata. Apprendere con una buona lettura sin dall’infanzia, assicura la possibilità di ampliare il proprio vocabolario, ottenere un buon punteggio nei test di lettura scolastici ma anche avere la certezza di effettuare il test di intelligenza e superarlo con un ottimo punteggio. Dunque una lettura “precoce” può portare a sviluppare una consapevolezza maggiore della propria intelligenza da adulti.
  2. Può aumentare il potere del cervello. Leggere un buon libro non aiuta solo ad aumentare l’intelligenza, in realtà tiene in allenamento il cervello. È un po’ come fare jogging, per restare in forma e mantenere in buona salute il vostro sistema cardiovascolare. La lettura migliora e mantiene in allenamento la memoria, garantendo al cervello di funzionare sempre correttamente. Si sa, che con l’avanzare l’età, arriva un momento in cui risulta difficile ricordare tutto con precisione, e avere una mente lucida per tutta la giornata, secondo quanto detto da una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology. Un buon esercizio basato sulla lettura, è in grado di dimuire la perdita di memoria del 32% come riportato in un articolo dell’Huffington Post.
  3. La lettura aumenta la sensibilità e migliora l’empatia. Perdersi in una buona lettura può aiutare a rapportarsi meglio con le altre persone. La “finzione letteraria” può far sviluppare una capacità maggiore di comprendere quello che le persone stanno pensando, riuscendo a leggere gli stati d’animo e le emozioni degli altri. Secondo una ricerca pubblicata su Science questa capacità si svilupperebbe maggiormente nelle persone appassionate di “lettura irreale”, piuttosto che in quelle fedeli e coinvolte dalla saggistica. “Comprendere gli stati mentali altrui, è fondamentale per sviluppare le relazioni con gli altri, che sono poi alla base della vita delle persone”, come hanno elaborato con le loro ricerche David Comer Kidd e Emanuele Castano.
  4. Sfogliare manualmente le pagine aiuta a comprendere meglio quello che state leggendo. Se si deve memorizzare meglio quello che si legge, sfogliare pagine di carta aiuta a ricordare con più precisione. La percezione del tatto di una pagina sotto le dita fornisce al cervello dati specifici, che portano ad una maggiore comprensione del soggetto che si legge.
  5. Una lettura reale aiuta a combattere l’Alzheimer. Leggere consente al cervello di mantenersi in azione, ma questo vale anche per chi è appassionato di giochi da tavola, come gli scacchi, o come comporre un puzzle. Sono tutte attività che riducono notevolmente la possibilità di contrarre malattie mentali come l’Alzheimer.
    Una delle cause molto diffuse infatti di questo genere di patologie risulta essere lo status di inattività, sarebbero a rischio infatti le persone che prediligono attività meno stimolanti.
  6. La lettura può aiutare a essere rilassati. Dopo una lunga giornata di lavoro, rilassarsi con un buon libro è un’ottima soluzione. Secondo uno studio infatti la lettura è assolutamente raccomandata per chi desidera migliorare una condizione di stress intenso. Elaborato nel 2009 e condotto da ricercatori dell’Università del Sussex ha dimostrato che la lettura può ridurre lo stress del 68%. “E non è importante quello che si legge, che sia un libro avvincente, una rivista, un buon romanzo, o un quotidiano, è fondamentale entrare in contatto con la lettura” – questo ha detto il Dott. David Lewis al The Telegraph.
  7. Leggere prima di andare a letto la sera, aiuta a dormire meglio. Bisogna sempre avere un buon libro sul comodino, perché la sera leggere può permettervi di dormire meglio. Secondo la Mayo Clinic l’azione della lettura rilassa la mente mentre sottoporla alla luce di uno schermo invece avrebbe l’effetto opposto. Schermi come e-reader, tablet e smarthpone possono effettivamente tenere svegli più a lungo e peggiorare anche il sonno durante la notte. Questo vale anche per i più piccoli.
  8. La lettura è contagiosa. Il 75% dei genitori sono felici quando i loro figli si divertono, e coloro che cercano di far diventare la lettura interessante e simpatica, possono iniziare pian piano, instaurando un rapporto con i libri gradualmente.
    Solo in un secondo momento è opportuno leggere ad alta voce stando accanto a loro, normalmente quando i bambini diventano ragazzi i loro genitori smettono di compiere quest’azione e invece è sbagliato. Secondo Scholastic leggere ad alta voce può portare i bambini durante gli anni della scuola elementare a diventare lettori consapevoli e appassionati.

Dunque buona lettura.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore