Castellana Grotte, cento Fanove nella notte dell’11 gennaio

Da 328 anni la città di Castellana Grotte (Ba) celebra nella notte dell’11 gennaio Santa Maria della Vetrana, patrona della città, dedicandole l’accensione di quasi 100 Fanove, cataste di legna che ardono in tutta Castellana, dal centro abitato alla più lontana contrada, per ringraziarla del miracolo che la vergine avrebbe accordato alla cittadinanza, e cioè la liberazione dalla peste bubbonica. La manifestazione è stata presentata nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Bari presso la Presidenza della Regione Puglia.
Alla conferenza sono intervenuti l’on. Ubaldo Pagano, il dott. Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo ed Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, il Sindaco di Castellana Grotte Francesco De Ruvo, l’assessore comunale alla Cultura Vanni Sansonetti, il presidente del Comitato Feste Patronali Michele Guglielmi accompagnato da un giovane “fanovista”, Alessandro Leogrande, che ha spiegato le modalità di realizzazione dei tipici falò.
“Le Fanove di Castellana Grotte – rileva Patruno – sono un’esperienza da vivere intensamente. Quando una manifestazione arriva alla sua trecentoventottesima edizione e vede coinvolti moltissimi giovani vuol dire che è forte il legame con l’identità del territorio. Castellana – ha continuato – rispecchia pienamente quelli che sono gli intenti che con Regione e Pugliapromozione volevamo dare con il piano di Puglia365. Castellana – ha concluso – con le sue iniziative e non solo con le Fanove ma anche con il World Dance Movement, con il primo festival della filosofia del mezzogiorno, ovvero Philosofars e non ultimo con le visite guidate alla scoperta di Castellana Grotte, aggiungono costantemente elementi per vivere la nostra regione 365 giorni all’anno”.
“I Fanòve” sono enormi cataste di legna che ardono in tutta la Città. La caratteristica che rende unica la manifestazione è la grande diffusione nel territorio dal centro abitato alla più lontana contrada. Una rievocazione storica che è chiara espressione dello stretto sentimento di devozione che lega Castellana alla sua Patrona. Al centro di tutto il Comitato Feste Patronali di Castellana Grotte che, con l’Amministrazione Comunale, assume un ruolo chiave per la riscoperta e per la diffusione di questa tradizione popolare.
La manifestazione inizia alle ore 19:00.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore