Bari, summit dei penalisti su edilizia giudiziaria e anticorruzione

Si terrà a Bari domani, nell’aula magna dell’Università, la manifestazione nazionale degli avvocati penalisti, organizzata dall’Unione delle Camere Penali italiane, per protestare «contro il populismo giustizialista» e il disegno di Legge sui reati contro la pubblica amministrazione.
«Per la seconda volta in quattro mesi i penalisti italiani si riuniranno nel capoluogo pugliese, anche al fine di mantenere accesi i riflettori sulle problematiche di edilizia giudiziaria del Foro di Bari, – afferma il presidente della Camera Penale di Bari, Gaetano Sassanelli – ormai dimenticato dal Ministero, dopo il parcheggio provvisorio – definitivo delle aule di udienza nelle sedi distaccate di Modugno e Bitonto, giungendo così, ad oggi, a distribuire su nove siti, differenti e distanti tra loro, gli uffici giudiziari del penale».
Durante l’iniziativa «saranno dibattute – spiegano i penalisti – le storture, le criticità di tenuta costituzionale e le modalità di approvazione del disegno di Legge intitolato “Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione” e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politicì in fase di approvazione attraverso una calendarizzazione incompatibile con l’approfondimento e la risoluzione delle irrazionalità segnalate dall’intera comunità dei giuristi».
All’evento partecipano, tra gli altri, il presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, Gian Domenico Caiazza, il presidente del Consiglio delle Camere Penali, Armando Veneto, il presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin, rappresentanti dell’avvocatura barese, dell’Università, dell’Anm e del Parlamento.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore