Fasano, scienza e politica avverso i profeti di sventura

“Il Festival della scienza e della decisione politica di Fasano, che si è aperto con la lezione di Elena Cattaneo su Scienza, cittadini e politica”, è un evento in cui il Sapere prova a ridurre la legione dei profeti di sventura, demoni sempre attivi nell’approfittare della scarsa capacità di adattamento della mente umana al nuovo”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale bilancio Fabiano Amati, presentando il “Festival della scienza e della decisione politica” che si celebra a Fasano fino al prossimo 21 ottobre.
Promosso dal Comune di Fasano, finanziato dalla Regione Puglia, organizzato con la collaborazione del Politecnico di Bari, ASL Brindisi, Liceo scientifico “L. da Vinci”, scuola media “Bianco-Pascoli e diversi partner privati, e sponsorizzazione di ENI.
È una rassegna di maestri impegnati ad offrire la prova che chi sa sopravvaluta i suoi dubbi e chi non sa le sue certezze.
Un appuntamento dove s’incontrano gli ottimisti, quelli ragionevoli, si fermano a pensare, discutono e poi si mettono in cammino.
È una storia fatta da tante storie che si danno appuntamento affinché la civiltà dei pensieri venga sempre a trovarci”.
Tra gli appuntamenti giovedì 18 ottobre 2018 (Sala di rappresentanza del Comune), ore 17:00, Tommaso Di Noia e Pietro Leo, su “Big data e intelligenza artificiale: sfide scientifiche e sociali”.
Sabato 20 ottobre 2018 (Teatro sociale): ore 10:30, Giordano Masini, Deborah Piovan e Giacomo Scarascia Mugnozza su “AI, A come Agricoltura, I come Innovazione”, introduce e coordina Gianni Tanzariello; Ore 18:00, Vittoria Brambilla, Bruno Mezzetti e Cinzia Montemurro, su “Tra antiche piante e nuove tecnologie: genome editing e altri strumenti per l’agricoltura del futuro”; Ore 19:30, Andrea Grignolio, Pierluigi Lopalco e Stefano Termite, su “Vaccini e opinioni: perchè la scienza non può essere democratica”, introduce e coordina Gerardo D’Amico.
Domenica 21 ottobre 2018 (Sala di rappresentanza del Comune): ore 10:30, Antonio Incampo e Luca Simonetti su “In scienza e giurisprudenza: quale diritto per la ricerca?” Ore 16:30, Giulio Giorello e Giovanni Maria Flick su “Cultura, ricerca, costituzione: l’eredità del passato e lo sguardo verso il futuro”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore