Emiliano nomina assessore un fedelissimo di Massimo Cassano (Forza Italia)

Gianni Stea consigliere regionale del Gruppo Misto, già nel Movimento Schittulli Area Popolare, ex Forza Italia – fedelissimo dell’ex senatore Massimo Cassano (ex Forza Italia, ex membro del Nuovo centro destra di Angelino Alfano con cui diventa Sottosegretario al Lavoro nel Governo Renzi, torna in Forza Italia e si candida alle politiche del 4 marzo 2018, non eletto) il quale, uscito da Forza Italia, ha fondato “Puglia Popolare” – è stato nominato assessore regionale all’Ambiente, ciclo rifiuti e bonifiche, rischio industria con decreto del presidente della Giunta regionale Michele Emiliano (Pd).
È un passaggio importante anche per la corsa delle future elezioni regionali (2020), ma soprattutto nella corsa per il rinnovo del Consiglio comunale di Bari nel 2019. Il presidente Emiliano sicuramente potrà puntare sull’appoggio di Cassano e Puglia Popolare.
Si rammenta che ultimamente Emiliano (magistrato in aspettativa, sindaco di Bari per otto anni e dal 2015 presidente Giunta regionale pugliese) ha nominato Simeone Di Cagno Abbrescia, già dpeutato di Forza Italia, quale presidente dell’Acquedotto Pugliese S.p.A. e Alfredo Borzillo, ex coordinatore di Forza Italia di Bari e provincia, a capo dei Consorzi di bonifica pugliesi.
Stea chi è? Nato ad Adelfia, provincia di Bari, nel 1965, diploma tecnico di laboratorio chimico-biologico, amministratore della Gianni Stea Import-export S.r.l. commercio all’ingrosso di frutta e ortaggi.
Il presidente del Gruppo consiliare regionale di Forza Italia, Nino Marmo, commenta in questo modo: “L’entrata in Giunta del consigliere Stea, consequenziale all’accordo ormai evidente tra Emiliano e Massimo Cassano, rappresenta il fallimento del coordinatore regionale di Forza Italia, Luigi Vitali, su tutta la linea.
Spero che da parte sua ci sia un’assunzione di responsabilità immediata e che tragga da solo le conclusioni. Voglio ricordare a tutti l’atteggiamento di altezzosa disapprovazione che il coordinatore regionale di Forza Italia ebbe nei confronti del sottoscritto e di tutti i consiglieri di Forza Italia quando evitammo di mettere il tappeto rosso all’amico di Cassano per l’ingresso nel nostro gruppo consiliare.
Quello stesso Stea che fino a ieri, nonostante tutto, firmava i suoi comunicati stampa come consigliere di Forza Italia e oggi diventa assessore all’Ambiente. Il tempo è stato galantuomo, come spesso accade. Avevamo visto giusto. Spiace che altri non abbiano avuto la stessa lucidità politica di capire atteggiamenti ambigui e incoerenti, facendo fare una pessima figura a Forza Italia, continuando ad invitare ai tavoli della coalizione del centrodestra Puglia Popolare”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore