Matera, Premio Energheia tra cultura e identità europea

Il Premio letterario Energheia al giro di boa con la presenza del Ministro Plenipotenziario e Consigliere Culturale della Repubblica di Slovenia in Italia Tina Kokalj.
Proseguono le giornate culturali promosse a corollario della XXIV edizione del Premio letterario Energheia. Dopo lo spettacolo di pupi siciliani, gli approfondimenti sul tema del pensiero di Marx, sulla letteratura Russa, sul rapporto tra rock e politica, fino alla serata di giovedì 13 con la narrazione della musica classica con Pierfrancesco Forlenza, si entra nel vivo del Premio con i finalisti italiani ed europei, ospiti nella città di Matera.
Oggi la manifestazione si apre alle ore 16.30 presso il Museo Domenico Ridola con un laboratorio di scrittura per i finalisti italiani e stranieri con Fernando Clemot, Peter Hallberg, Laura Durando e Tiziana D’Oppido.
In serata particolare la presenza del Ministro Tina Kokalj che presenzierà alla cerimonia di consegna del Premio Energheia nel giardino del Museo “D. Ridola”.
Durante l’evento culturale saranno premiati i finalisti delle diverse sezioni del Premio che si svolge in ambito europeo – Francia, Spagna e Slovenia.
Nel corso della serata, inoltre, saranno presenti anche i finalisti del Premio italiano che si contenderanno l’ambito riconoscimento letterario.
Domenica – ultimo giorno della kermesse letteraria – spazio all’approfondimento, nel primo pomeriggio alle ore 18.00 nel Museo Ridola sul tema dell’Europa, che vedrà l’intervento dell’intellettuale spagnolo Santiago Eraso di recente insignito della nomina ad Accademico di Spagna, che approfondirà il tema “Europa, crisi e cultura” rilanciando da Matera, prossima capitale europea della cultura, l’appello rivolto agli intellettuali per salvare l’Europa promossa nel mese scorso dal filosofo Massimo Cacciari.
Infine, a chiusura della serata musica con l’anteprima di Time Zones con il musicista e scrittore americano Lee Ranaldo dei Sonic Youth, promossa d’intesa con il Polo Museale di Basilicata nel giardino del Museo “D. Ridola” con inizio alle ore 21.00.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore