ILVA, contestata De Giorgi onorevole pentastellata

La deputata Rosalba De Giorgi, eletta nella lista del Movimento Cinque Stelle collegio uninominale 10 della città jonica, è stata contestata da un gruppo di manifestanti nel corso di un sit-in di cittadini e associazioni in piazza della Vittoria, a Taranto. Evento organizzato per chiedere il rispetto di quanto annunciato nel contratto di governo Lega-M5S, a partire dalla chiusura delle fonti inquinanti dell’impinato industriale.
Ci sono stati momenti di tensione che hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’ordine. I manifestanti hanno esibito diversi striscioni tra i quali campeggiava quello con la scritta “Taranto senza Ilva». Cittadini e associazioni accusano l’Esecutivo di aver agito in piena continuità con i governi precedenti, agevolando la cessione dell’Ilva al gruppo Arcelor-Mittal e, affermano, «condannando, di fatto, Taranto ad almeno altri 10 anni di inquinamento, malattia e morte».
Alcune centinaia di persone si sono ritrovate in piazza «per una 24 ore – è stato precisato – di dibattito e sensibilizzazione sulle criticità sanitarie ed ambientali, accanto a proposte che, partendo dalla chiusura del siderurgico, prevedono la decontaminazione e la bonifica ad opera degli attuali lavoratori Ilva, in una nuova prospettiva di riconversione economica dell’intero territorio».
Il ministro grillino Luigi Di Maio, dopo il via libera al contratto Ilva-Acelor Mittal, ha promesso “presto andrò a Taranto, c’ho messo la faccia”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore