FIAT CHRYSLER, contratto di solidarietà per 5.875 lavoratori dello stabilimento di Melfi

«Alla luce del piano industriale 2018-2022 di Fiat Chrysler Automobiles e della prossima dismissione produttiva della Punto, e a fronte di una dichiarazione di esubero di 1.640 unità per lo stabilimento di Melfi (Potenza) è stato sottoscritto un accordo sindacale relativo all’uso della cassa integrazione straordinaria, la cui causale è ‘contratto di solidarietà’, dal 23 luglio al 31 gennaio 2019».
E’ quanto rendono noto le organizzazioni sindacali Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Acqf specificando che «il contratto di solidarietà interesserà 5.857 lavoratori a rotazione, su una platea complessiva di 7.400».
Nella fabbrica FCA di Melfi si producono la Jeep Renegade e la 500 X. La possibile riduzione media dell’orario di lavoro è del 28%.
I sindacati inoltre specificano che «i lavoratori esclusi dal contratto di solidarietà sono tutte quelle figure professionali, comunicate dalla Direzione aziendale, considerate infungibili a fronte del possibile piano di ristrutturazione e del prosieguo produttivo legato ai modelli Jeep e 500 X che registrano una forte crescita del 26% della Jeep Renegade e del 7% della 500 X».
Nel prendere atto della necessità dell’uso dell’ammortizzatore sociale al fine di tutelare e garantire gli attuali livelli occupazionali, la durata dell’ammortizzatore ha un significato ben preciso: “poter dire che Melfi attraverso il nuovo piano industriale – annunciato il 1° Giugno 2018 dall’amministratore delegato Sergio Marchionne – ha un futuro industriale e che i sacrifici dei lavoratori di Melfi possono trovare una prima risposta attraverso l’affermazione del lavoro, degli investimenti e soprattutto della centralità strategica ed industriale all’interno del Gruppo FCA”.
Saranno sei mesi complicati, ma a differenza del passato, questa volta intravediamo – sostengono i sindacati – già una luce che è sinonimo di continuità produttiva e di un nuovo impulso industriale, a partire dallo sviluppo dell’ibrido e della possibile allocazione di una nuova vettura da produrre a Melfi.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore