Finte vendite profumi, sequestrati 3,5 milioni di euro a una società barese

Un sequestro preventivo di beni del valore di circa 3,5 milioni di euro è stato eseguito dalla Guardia di Finanza di Bari nei confronti della società Zanoni Distribuzione S.r.l. di Casamassima provincia di Bari. Impresa specializzata nella vendita all’ingrosso di profumi, detersivi ed articoli per l’igiene personale.
Stando alle indagini dei Finanzieri, coordinate dal Pubblico Ministero Francesco Bretone, tra il 2012 e il 2016 la società avrebbe venduto sulla carta prodotti per circa 16 milioni di euro a finte società con sede in Slovenia e Bulgaria.
In realtà, hanno accertato le Fiamme Gialle, quei beni non avrebbero mai lasciato il territorio nazionale e sarebbero, invece, stati destinati a ditte italiane.
La cosiddetta «frode carosello» avrebbe però consentito alla Zanoni di non pagare l’IVA su quei prodotti, per un valore complessivo di 3,5 milioni di euro nel corso dei quattro anni.
Nell’inchiesta sono indagate due persone, l’amministratore della società e un socio di fatto, accusate di emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione infedele mediante artifizi.
L’anomalo incremento delle vendite nei confronti delle aziende straniere, risultate poi società cartiere, ha insospettito i Finanzieri dando avvio alle indagini.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore