Palagiustizia Bari, 26 giugno sciopero degli avvocati contro inagibilità sedi giudiziarie

Gli avvocati italiani sciopereranno dal 25 al 27 giugno, e il 26 manifesteranno a Bari, per protestare contro “la situazione che si è venuta a determinare a Bari per l’inagibilità della sede del Tribunale Penale e il conseguente approntamento di tende per lo svolgimento delle udienze” e contro le generali carenze delle sedi giudiziarie dell’intero territorio nazionale.
Lo ha deliberato l’Organismo congressuale forense, riunito in assemblea a Roma il 15 giugno, accogliendo l’invito alla mobilitazione rivolto dagli avvocati baresi.
“La situazione di Bari – è scritto nel documento redatto al termine dell’assemblea – è solo l’episodio più drammatico di una pesante realtà nazionale. Il problema dell’edilizia giudiziaria interessa, già da lungo tempo, la quasi totalità delle sedi giudiziarie italiane, atteso che per i relativi uffici, spesso frammentati sul territorio, vengono utilizzati edifici inadeguati, fatiscenti e non in regola con la normativa in materia di agibilità e di sicurezza ed in gran parte di dimensioni del tutto insufficienti”.
“La nuova disciplina in materia di edilizia giudiziaria – prosegue la nota – avendo interrotto il legame che esisteva tra le esigenze della logistica giudiziaria e l’apporto fornito dagli enti e dalle comunità locali, ha ridotto ancor più le possibilità di gestione e risoluzione delle problematiche che quotidianamente affliggono gli uffici giudiziari italiani e che in passato veniva risolta con l’importante apporto degli enti del territorio”.
Il potenziamento delle strutture giudiziarie, viene definito dall’Organismo forense “una vera e propria emergenza nazionale, per la quale occorrono risorse economiche e strumenti giuridici straordinari, da attuare anche mediante la decretazione di urgenza da parte del Governo”.
Forti di tale convinzione, gli avvocati italiani aderiranno alla manifestazione indetta dall’avvocatura barese per il 26 giugno, considerato che “che la problematica, in quanto estesa sul territorio nazionale a tutti i settori della Giustizia, merita quindi l’intervento di tutti gli Avvocati Italiani”.
L’Unione delle Camere Penali Italiane ha proclamato l’astensione dalle udienze sul territorio nazionale per i giorni 25, 26 e 27 giugno.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore