Origine e significato della Festa della donna

Si narra che la Festa della donna sia stata istituita nel 1908 in memoria delle operaie morte nel rogo di una fabbrica di New York : la Cotton.
In realtà, si tratta solo di una leggenda nata negli anni successivi alla Seconda guerra mondiale.La Giornata internazionale della donna nacque negli Stati Uniti il 28 febbraio del 1909 grazie al il Partito socialista americano, che in quella data organizzò una grande manifestazione in favore del diritto delle donne al voto.
Tema discusso negli anni precedenti sia negli Usa sia dai delegati del VII Congresso dell’Internazionale socialista (tenutosi a Stoccarda nel 1907).

Ma la goccia che fece traboccare il vaso fu l’incendio che divampò il 25 marzo del 1911 in una fabbrica di New York dove 146 lavoratori (per lo più donne immigrate) persero la vita.Questo è probabilmente l’episodio da cui è nata la leggenda della fabbrica Cotton.
Da quel momento in poi sia negli Stati Uniti sia in Europa (Germania, Austria e Svizzera), nacquero delle giornate dedicate alle donne.
La data dell’8 marzo fu scelta nel 1917, quando le donne di San Pietroburgo scesero in piazza per chiedere la fine della guerra, dando così vita alla «rivoluzione russa di febbraio». Fu questo evento a cui si ispirarono le delegate della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca, quando scelsero l’8 marzo come data in cui istituire la Giornata internazionale dell’operaia.
In Italia invece la Festa della donna iniziò a essere celebrata nel 1922 con la stessa connotazione politica e di rivendicazione sociale. L’iniziativa prese forza nel 1945 allorchè l’Unione Donne in Italia (formata da donne del Pci, Psi, Partito d’Azione, Sinistra Cristiana e Democrazia del Lavoro) celebrò la Giornata della Donna nelle zone dell’Italia già liberate dal fascismo.
L’8 marzo del 1946, per la prima volta, tutta l’Italia ha ricordato la Festa della Donna ed è stata scelta la mimosa, che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo, come simbolo della ricorrenza.
«Storie della buonanotte per ragazze ribelli» («Goodnight stories for rebel girls») è un libro illustrato con oltre 100 favole vere di donne straordinarie del passato e del presente che possano ispirare le bambine di oggi. Il messaggio del libro è quello di coltivare i propri sogni, credere in se stesse. Puntare in alto e non accontentersi.
Buon otto marzo.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore