Regione Puglia destina 100 mln euro a piccole e medie imprese

“Con la pubblicazione del bando per l’accordo quadro per servizi ICT delle amministrazioni locali pugliesi si chiude una lunga e proficua fase di consultazione con la quale si è arrivati alla definizione di un bando innovativo, che ha tenuto conto delle istanze espresse dalle imprese e ha lavorato per offrire pari opportunità di partecipazione alle PMI pugliesi”.
Parole Lo ha dichiarato l’assessore Regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, annunciando la pubblicazione del bando che stima in 100 milioni di euro ampliabili fino a 160 nei prossimi 4 anni, i fabbisogni in forniture di servizi e sistemi per migliorare l’accessibilità e la fruibilità dei servizi pubblici digitali della Regione Puglia.
“Per arrivare a questo risultato – sostiene Mazzarano – la Regione si è mossa su due importanti direttrici. La prima, quella di superare la logica dei tagli orizzontali, lavorando sulla rilevazione del fabbisogno e sull’aggregazione della spesa, avvalendosi dell’azione del soggetto aggregatore affidato a InnovaPuglia. La seconda, direttrice è stata la valorizzazione della partecipazione”.
Dunque la necessità di bandire una gara per la stipula di un accordo quadro che, una volta definito, permetterà alle amministrazioni di acquistare meglio, più celermente e con minor onere burocratico.
Il bando è suddiviso in 8 lotti, due per ciascuno dei 4 domini di conoscenza (Sanità e Welfare – Turismo e Beni Culturali – Territorio, Mobilità e Ambiente – E-government, Finanza e Interoperabilità), suddivisi per due differenti classi di valore. Ciascun partecipante potrà aggiudicarsi al massimo quattro lotti, purché relativi ad ambiti tematici diversi.
Pubblicato sulla piattaforma telematica EmPULIA (www.empulia.it), il bamdo rimarrà aperto fino alle ore 12.00.00 del 20 febbraio 2018.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore