Sanità,pugliesi sborsano 270 mln euro per viaggi della speranza

Il deputato di Forza Italia, Rocco Palese, vicepresidente della Commissione bilancio della Camera sostiene: «Quasi 190 milioni di euro costa alla Puglia l’inadeguatezza dei servizi sanitari che spinge cittadini sfiduciati ad andare a curarsi fuori regione. Soldi che, paradossalmente, alla fine pagano gli spessi cittadini sotto forma di tasse regionali aggiuntive per oltre 270 milioni di euro all’anno». «È un cane che si morde la coda – aggiunge – un circolo vizioso perché se quei soldi spesi dalla Regione ogni anno per la mobilità passiva, ossia per i pugliesi che scelgono di curarsi fuori regione, restassero in Puglia, si potrebbero eliminare le tasse regionali aggiuntive e si potrebbe migliorare la qualità dell’assistenza.
Invece – conclude Palese – l’incapacità con cui il sistema viene gestito fa sì che le prestazioni sanitarie erogate in Puglia siano al di sotto dei Lea (i livelli essenziali di assistenza), che ci sia una mobilità passiva che supera il 10% e che i cittadini continuino a pagare tasse regionali aggiuntive per oltre 270 milioni l’anno oltre ad un ticket da 1 euro a ricetta anche per gli aventi dirittto all’esenzione ».

Potrebbe piacerti anche Altri di autore