Bari, curare gli occhi con l’Arco Sterile

Al Policlinico del capoluogo pugliese arriva un’innovazione tecnica nelle operazioni mediche oculistiche uniche in Italia.
Un’apparecchiatura adoperata in ambito militare, esclusiva e brevettata su scala mondiale, e che per prima volta su territorio nazionale viene utilizzata in percorsi chirurgici soprattutto per i trattamenti delle maculopatie, le più insidiose malattie degenerative della vista.
La Clinica Oculistica del Policlinico è la prima a possedere il cosiddetto” Arco Sterile”, un macchinario così potente ed efficiente che permette un percorso ‘fast track’, cioè una procedura accelerata, per chi deve sottoporsi ad interventi chirurgici minori di importante delicatezza e urgenza che non necessitano dell’apertura del bulbo oculare.
Nella Clinica Oculistica presenti all’inaugurazione dell’ambulatorio Arco Sterile il presidente della Regione, Michele Emiliano, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il rettore Università degli Studi di Bari Antonio Felice Uricchio, il commissario straordinario Policlinico di Bari Giancarlo Ruscitti, il preside della Facoltà di Medicina Bari Loreto Gesualdo, il presidente dell’Ordine dei Medici di Bari Filippo Anelli, il direttore della Clinica Oculistica del Policlinico Bari Giovanni Alessio e il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli.
Ogni anno il professor Giovanni Alessio, direttore della Clinica Oculistica del Policlinico di Bari, e la sua equipe trattano circa 6.000 interventi.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore