Regione Puglia, 122 mln euro per agroalimentare,turismo e meccanica

Dalla farmaceutica all’agroalimentare, dalla meccanica e automotive al turismo e ai servizi logistici. Sono 122,5 milioni di euro gli investimenti approvati dalla Giunta regionale.
Saranno realizzati da imprese grandi, medie e piccole e garantiranno occupazione a 1.692 unità lavorative, tra vecchi e nuovi occupati, con risorse pubbliche per 34 milioni di euro.
A realizzarli le imprese Merck Serono, Divella, Tesmec Rail, Magneti Marelli, Pastificio Attilio Mastromauro-Granoro, PHG Barone di Mare, Getur Levante, Meditrans. Tra queste la Tesmec, che da Milano apre in Puglia una nuova azienda.
Per investire le aziende hanno utilizzato le agevolazioni regionali dei Contratti di Programma e dei Pia (Programmi integrati di agevolazione, nelle declinazioni Turismo e Piccole imprese).
Oltre 122 milioni di euro non rappresentano solo un’ iniezione di liquidità e di garanzia per posti di lavoro, ma è anche il segnale di una vitalità imprenditoriale che vuole investire per creare nuovi prodotti, per ampliare gli insediamenti, per migliorare i processi industriali. Il comune denominatore è l’innovazione e l’utilizzo di nuove tecnologie.
È la strada che i vertici politici della Regione persegue per sostenere il sistema produttivo pugliese nella scalata ai mercati attraverso l’aumento della competitività.
Con la nuova programmazione, in poco più di due anni,sono stati approvate più di 4.500 iniziative imprenditoriali.
Cresce di mese in mese il numero di coloro che puntano sull’innovazione: oggi il 39 per cento del valore degli investimenti è dedicato a ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
L’obiettivo è migliorare ancora, perché è l’unica percorribile per agganciare futuro e opportunità, sviluppo sostenibile e lavoro.
Merck Serono Spa (del gruppo multinazionale chimico-farmaceutico tedesco Merck) investirà 27 milioni di euro a Modugno (Ba) per implementare una nuova linea di produzione che consentirà il riempimento di farmaci iniettabili sotto isolatore utilizzando sistemi innovativi in grado di automatizzare completamente il processo, con ricadute positive anche in termini di qualità del prodotto finito. Saranno inoltre innovati i processi produttivi attualmente utilizzati per la produzione di farmaci per la cura di patologie ormonali. L’investimento sia in attivi materiali che in ricerca e sviluppo è agevolato da 6,4 milioni di risorse pubbliche e consentirà l’occupazione a regime di 207 unità lavorative.
Divella Spa, industria alimentare pugliese, investe oltre 11,7 milioni a Rutigliano (Ba) per potenziare la capacità produttiva attraverso lo sfruttamento di nuova tecnologia e di soluzioni innovative nei processi produttivi in particolare per la fase di essiccamento che influenza in modo significativo la qualità del prodotto finito. Saranno standardizzate le condizioni di processo nella macinazione e pastificazione e di prodotto, per limitare i fenomeni che possono influirne negativamente sulla qualità.
L’investimento sia in attivi materiali che in ricerca e sviluppo, realizzato con i Contratti di Programma ha un’aiuto pubblico di 2,9 milioni e permetterà l’occupazione a regime di 316 unità lavorative tra vecchi e nuovi occupati.
Nasce a Monopoli (Ba) proprio grazie ai Contratti di Programma regionali un nuovo insediamento industriale: la Tesmec Rail Srl , industria meccanica della milanese Tesmec spa con un investimento di 17 milioni di euro. Il progetto industriale metterà a punto veicoli destinati alla realizzazione e manutenzione degli impianti fissi di alimentazione dei sistemi elettrici di trazione ferroviaria. L’investimento è incentivato da 5,7 milioni di risorse pubbliche e comporterà l’assunzione nel nuovo stabilimento di 32 nuove unità.
Conferma gli investimenti con il progetto definitivo Magneti Marelli Spa del Gruppo Fiat Chrysler Automobiles oggi olandese: più di 36 milioni a Modugno (Ba) per diversificare la produzione realizzando, con tecnologie e soluzioni innovative, 6 nuovi prodotti tra cui pompe ed iniettori ad alta pressione e un motore elettrico High Voltage. Progetti realizzati grazie ai Contratti di Programma con 8,8 milioni di risorse pubbliche che generano occupazione per 957 unità lavorative.
Altra conferma, con l’approvazione del progetto definitivo, per l’investimento del Pastificio Attilio Mastromauro – Granoro Srl di Corato(Ba) : 12,3 milioni di euro per ampliare l’unità produttiva dello stesso Comune e innovare processo e prodotto attraverso l’acquisizione di nuovi impianti e macchinari. Il progetto da realizzare grazie a 2,9 milioni di euro di soldi pubblici, comporterà l’occupazione di 104 unità lavorative a regime.
Nuovo investimento con l’incentivo dei progetti Turismo per PHG Barone di Mare di Lecce, a Torre dell’Orso – Melendugno (Le). L’impresa intende migliorare la qualità complessiva dell’Holiday Village Barone di Mare nel Villaggio Torre Saracena, aumentando la ricettività e mirando alla destagionalizzazione attraverso l’apertura per sei mesi all’anno.
Saranno disponibili 46 unità abitative, 124 camere (di cui 12 riservate ai disabili), 12 suite. La struttura ricettiva sarà l’unica in Puglia ad aderire al circuito Veratour, uno dei principali operatori turistici sul territorio nazionale.
L’investimento complessivo ha il valore di oltre 8,8 milioni di euro, di cui 3,9 milioni le risorse pubbliche. Saranno assunte 10 persone.
È invece una conferma quella di Getur Levante Srl di Noci, che con i Pia Turismo ha presentato il progetto definitivo per un investimento a Monopoli (Ba), in località Capitolo, del valore di oltre 7,5 milioni di euro. L’obiettivo è migliorare il villaggio turistico “Torre Cintola” facendolo passare da 3 a 4 stelle. Saranno disponibili 283 stanze con 680 posti letto e una nuova sala convegni da 400 posti. L’investimento sarà possibile grazie a 2,5 milioni di risorse pubbliche e comporterà 30 nuovi dipendenti.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore