Idrocarburi,11 mln euro per sette Comuni dei Monti Dauni

La Regione Puglia trova 11 milioni di euro da versare a sette Comuni dei Monti Dauni. Si tratta di risorse economiche accumulate grazie alle royalties che le società che estraggono e coltivano idrocarburi nei territori della provincia di Foggia versano annualmente sia ai Comuni sia, in una quota più rilevante, alla Regione Puglia.
La Regione reindirizza queste somme concertando con le amministrazioni comunali le opere infrastrutturali a servizio di attività economiche, all’insediamento industriale e agli interventi di miglioramento ambientale più utili allo sviluppo sostenibile dei territori.
La delibera approvata dalla Giunta regionale libera così denaro in favore di Alberona, Ascoli Satriano, Biccari, Candela, Deliceto, Sant’Agata di Puglia e Volturino.
Con i sindaci di questi sette comuni, il 3 agosto scorso, era stato verificato lo stato di attuazione di ogni singolo intervento e approvato il passaggio dei progetti dall’elenco degli “interventi da avviare» all’elenco degli «interventi cantierabili» in modo da sottoscrivere i disciplinari per la realizzazione delle opere.
Un’ultima verifica ha riguardato quanto effettivamente trasferito dal Ministero dello Sviluppo Economico e delle somme incassate dal bilancio regionale.
Ecco le cifre in dettaglio: ad Alberona sono assegnati 655.347.83 euro , Ascoli Satriano 1.407.897,79 euro, Biccari 3.037.029,26, Candela 1.286.341.78 euro, Deliceto 4.409.716,76, Sant’Agata di Puglia 177.186,37, Volturino 1.402.035 euro.
Di questi, la delibera approvata rende disponibili entrambi i pacchetti di risorse, quello relativo al periodo 2008-2012 e quello relativo al 2013-2017, utilizzando l’avanzo di amministrazione vincolato per un importo complessivo di 10 milioni 975.581,82 euro. «Così – afferma l’assessore regionale al Bilancio Raffaele Piemontese – riusciamo finalmente a fare aprire i cantieri delle opere previste dai sindaci e ad avviare la fase di sottoscrizione di un’integrazione all’accordo 2015 per definire ulteriori interventi»

Potrebbe piacerti anche Altri di autore