TARI,on.Palese chiede intervento della Guardia di Finanza per verifiche nei Comuni

A proposito della questione su pagamenti maggiorati(dall’anno 2014 al 2017) della famigerata tassa denominata Tari,si registra una presa di posizione interessante.Quella del deputato di Forzia Italia Rocco Palese,vicepresidente della Commissione Bilancio della Camera.Il parlamentare sostiene quanto segue :
“Siamo al paradosso: i Comuni sbagliano a conteggiare la Tassa sui rifiuti (ovviamente a loro vantaggio) e i poveri cittadini dovrebbero essere costretti a rivolgersi a qualche professionista o alle associazioni dei consumatori per far verificare che non ci siano errori ed, eventualmente, chiedere i rimborsi.
Posto che pare siano migliaia i Comuni italiani che hanno sbagliato il calcolo e che in moltissimi casi i cittadini hanno già pagato la Tari, chiediamo al Governo di disporre che sia la Guardia di Finanza a far le verifiche nei Comuni e che, poi, i Comuni provvedano con il rimborso automatico ai cittadini.
Così, magari, la Gdf potrà anche procedere alla verifica delle procedure, dei contratti, delle migliaia di proroghe con cui vengono incaricate le ditte di smaltimento dei rifiuti con costi che costringono i cittadini pugliesi a pagare tasse rifiuti anche quadruplicate rispetto a quelli di altre regioni”.
Aspettando la risposta di presidente del Consiglio e relativi ministri.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore