A Bari il festival internazionale cibi da strada

Per la prima volta approda a Bari(area Torre Quetta, 28-29 ottobre), dopo aver girato l’Europa, il festival itinerante–GNAM!– che ha già raccolto un grande successo in tutta Italia.
Manifestazione che punta a valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come elementi culturali ed etnici, e la genuinità dei prodotti tipici.
Protagonisti indiscussi di GNAM! saranno le produzioni regionali , dal Sud al Nord Italia, con un’area dedicata anche alle eccellenze culinarie internazionali.
“Siamo reduci dal festival che abbiamo organizzato a Roma e Frascati e siamo convinti che il prossimo week-end ripeteremo lo stesso successo qui a Bari – dichiara Francesco Mastrovito – ci teniamo particolarmente a chiudere la manifestazione, nata a Martina Franca 4 anni fa, proprio nella città capoluogo della Puglia”.
Tra i 20 espositori provenienti da diverse regioni italiane e da paesi come l’Argentina, il Venezuela e il Messico la Puglia sarà infatti protagonista di questa tappa con i suoi prodotti caratteristici”.
“Abbiamo molto apprezzato l’idea degli organizzatori di includere nell’evento anche le attività dei chioschi già presenti a Torre Quetta – precisa Christian Calabrese – il che ci consente di collaborare con loro per un progetti di promozione del territorio di qualità. Oltre al parcheggio interno alla struttura, anche per questa iniziativa funzionerà il parcheggio esterno attivato durante la stagione estiva, con una tariffe di 3 euro per l’intera giornata e di 2 euro per una sosta dalle 14 in poi”.
La Puglia sarà la protagonista dell’edizione barese del festival con le prelibate bombette, l’involtino di capocollo ripieno di formaggio canestrato, cotto alla brace secondo un metodo preservato dalla tradizione delle antiche macellerie e riscoperto dall’associazione dedicata a questo piatto tipico “Quelli della Bombetta”. Gustosi anche i panini di mare con polpo e il pescato dell’Adriatico, protagonista anche per quanto riguarda le fritture freschissime.
Il peperoncino sarà al centro dello stand della Calabria dove troneggiano la famosa ‘nduia di Spilinga e il morzello, detto morzeddu, piatto molto difficile da trovare fuori dai confini della regione.
Dalla Sicilia i famosi pane e panelle, pane ca’ meusa, e i cannoli e le cassate preparati con la ricotta fresca, le “arancine” di vario tipo, i cazzilli e la caponata.
A rappresentare la Campania un patrimonio di dolci fatti a regola d’arte: la pastiera, il babà (declinato in vari gusti) come le sfogliatelle e le aragostine. Mentre dal centro Italia arriveranno gli arrosticini abruzzesi,una vera prelibatezza rispetto a quelli già noti: chi li preparerà sulla griglia è infatti anche un allevatore che pone cura e grande attenzione al pascolo delle sue pecore. La Toscana proporrà una preparazione diversa per l’hamburger destinato ai più piccoli con la squisita carne di chianina confezionata nel memorabile “cittino”, mentre per i grandi ci sarà il “grullo” al formaggio o il “bischero” alla pancetta.
Infine, per testimoniare la presenza dell’Emilia-Romagna sarà servito lo gnocco fritto con gli affettati emiliani dop. Partecipare allo GNAM! significa anche fare un viaggio suggestivo nelle altre culture. Nell’isola internazionale saranno presenti le varie specialità messicane come tacos, burritos, tortillas, totopos e alitas, mentre dalla Spagna arriveranno paella e tapas innaffiate da sangria e tinto de verano.
Per quanto riguarda il Venezuela spazio al churro e alle arepas di mille gusti diversi e per l’Argentina, invece, all’asado.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore