Giornata nazionale delle città dell’Olio anche in Puglia

Paesaggio, natura, tradizione e storia. In una parola la cultura dell’olio, quello della provincia di Bari, che mette in scena la camminata tra gli olivi nell’ambito della Prima giornata nazionale delle città dell’olio promossa dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio per valorizzare territorio e produzioni.
Domenica 29 ottobre in tutta Italia si parte alla scoperta della cultura millenaria degli oliveti,e in Puglia scegliendo fra i percorsi di Acquaviva delle Fonti, Bitetto, Cassano delle Murge, Corato, Ruvo di Puglia, Sannicandro e Trinitapoli.
La manifestazione che si svolge lo stesso giorno in 120 città e in diciotto regioni, ha avuto molti riconoscimenti, anzitutto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e poi quelli della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per Ambiente.
Con la passeggiata (dai 2 ai 5 chilometri) dedicata a famiglie e appassionati, si mette in atto un’esperienza inedita, che guiderà i partecipanti attraverso paesaggi legati alla storia e alla cultura dell’oro verde.
Ogni Comune pugliese ha infatti selezionato un percorso con caratteristiche uniche dal punto di vista storico e ambientale, che si conclude in un frantoio, un’azienda olivicola o un palazzo storico con una degustazione.
“Obiettivo della giornata è quello di portare in ogni territorio un contributo alla valorizzazione della produzione olivicola di qualità, un impegno che ci viene riconosciuto dal Parlamento europeo e dal Governo italiano”, sottolinea il presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi.
Per ogni zona di produzione la crescita di un turismo sostenibile è un’importante scommessa sul futuro.
Gli itinerari sono a ridosso del Parco nazionale dell’Alta Murgia, Acquaviva delle Fonti affianca all’olio la famosa cipolla rossa e il cece nero; a Bitetto l’olivo significa tradizione agricola millenaria e la traccia viva negli antichi e suggestivi frantoi, inglobati nelle mura di cinta medievali, che frangevano Coratina e Ogliarola barese detta anche Paesana o Cima di Bitonto.
La passeggiata di Ruvo si conclude con la degustazione a Palazzo Jatta : museo che conferma il legame tra agricoltura e civiltà locale. Intorno al Castello Normanno-Svevo di Sannicandro nacquero forse i primi nuclei di insediamento dei bitettesi e sannicandresi e a Cassano delle Murge si resta incantanti dalla strada nella Foresta Mercadante e dalle tortuose viuzze del centro storico in pietra calcarea.
A Corato si terrà la colazione murgiana con il gigante di Corato, progenitore della pregiata Cultivar Coratina.
Trinitapoli la più antica delle tre città sul lago di Salpi, dove il cartaginese Annibale incontrò la bellissima regina Iride.
Per saperne di più oppure per scegliere un itinerario, un’azienda da visitare o una degustazione basta un clic sul sito online www.camminatatragliolivi.it, una miniera di informazioni con la possibilità di scaricare subito il programma della giornata dell’olio di tutti i Comuni protagonisti. dell’evento.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore