Bari, primi pazienti nel nuovo reparto Radioterapia del Policlinico

A poco più di due mesi dall’inaugurazione del nuovo reparto di Radioterapia del Policlinico del capoluogo pugliese i primi pazienti oncologici sono stati sottoposti a trattamento radioterapico.
Obiettivo del nuovo impianto è la cura dei tumori solidi ed ematologici dell’adulto e dell’età pediatrica: ci si occuperà di tumori cervico-facciali, cerebrali, polmonari, mammari, gastroenterici, ginecologici, urologici, cutanei ed ematologici, e tumori rari.
Inoltre si punta ad abbattere l’incidenza degli abituali effetti legati alla radioterapia tradizionale e di ridurre il numero delle sedute con beneficio per il paziente in termini di disagi, costi e qualità della vita.
I pugliesi potranno contare su servizi sanitari sempre più potenti nella certezza che l’accesso alla qualità delle cure sia la sfida vinta della strategia del Policlinico.
«Nel pieno rispetto della tempistica – spiega il direttore generale del Policlinico Vitangelo Dattoli – abbiamo avviato un servizio che permetterà di servire un bacino molto ampio che abbraccia anche i pazienti di Molise, Basilicata e Campania, riducendo ai minimi storici la cosiddetta mobilità passiva di cui ha sempre un po’ sofferto il nostro paese».
«L’avvio della attività clinica – illustra Michele Piombino, responsabile della Unità Operativa di Radioterapia – si è svolto in un clima sereno ma al tempo stesso entusiasta anche perché consente di contribuire da subito a snellire l’attesa esistente per fruire dei trattamenti radioterapici necessari. Ed è motivo di grande soddisfazione e orgoglio per chi ha seguito passo dopo passo questa importante realizzazione. L’attività radioterapica proseguirà mediante implementazione graduale delle tecniche radioterapiche disponibili, step by step, fino alla piena utilizzazione di tutte le metodiche di cui è capace il nostro nuovissimo reparto”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore